rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca

Allarme bomba all'ufficio delle tasse

BRINDISI - "C'è un ordigno esplosivo all'agenzia delle entrate, non vogliamo vittime". È così che alle nove e mezzo di questa mattina una segnalazione giunta al centralino dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi ha fatto scattare tutte le procedure previste per questo genere di allarme. La segnalazione è stata inoltrata alla questura e in pochi minuti la sede dell'Agenzia delle Entrate, in via Nazario Sauro a Brindisi, è stata invasa da poliziotti, artificieri e vigili del fuoco.

BRINDISI - "C'è un ordigno esplosivo all'agenzia delle entrate, non vogliamo vittime". È così che alle nove e mezzo di questa mattina una segnalazione giunta al centralino dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi ha fatto scattare tutte le procedure previste per questo genere di allarme. La segnalazione è stata inoltrata alla questura e in pochi minuti la sede dell'Agenzia delle Entrate, in via Nazario Sauro a Brindisi, è stata invasa da poliziotti, artificieri e vigili del fuoco.

Lo stabile è stato evacuato, circa duecento persone tra dipendenti e utenti, sono state invitate a lasciare l'edificio e fatte sostare all'esterno, la zona è stata interdetta al traffico e gli esperti si sono messi subito a lavoro. Nel giro di mezz'ora l'edificio che ospita la sede dell'Agenzia agenzia delle entrate è stato setacciato da cima a fondo. Nessun ordigno esplosivo era nascosto al suo interno.

Gli agenti della Digos insieme agli artificieri e agli uomini delle Volanti hanno frugato in ogni angolo prima di dichiarare ufficialmente che si trattava di un falso allarme bomba. Alle 10,30 lo stabile è stato restituito alla comunità brindisina e dipendenti e utenti sono tornati ai loro posti. Non si esclude che la polizia avvierà le relative indagini per identificare la persona che intorno alle nove e trenta di questa mattina ha fatto scattare il falso allarme bomba all'agenzia delle entrate brindisini. Per la cronaca, erano in corso sedute della commissione tributaria. Sarà stata quella la ragione della telefonata anonima? Forse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme bomba all'ufficio delle tasse

BrindisiReport è in caricamento