menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme processionarie: "I privati asportino i nidi dagli alberi infestati"

Processionaria, il sindaco Zaccaria ordina ai privati di intervenire per asportare i nidi dagli alberi infestati. Per gli spazi pubblici, invece, interviene il Comune

In relazione al fenomeno della Processionaria che si sta diffondendo nel territorio fasanese, soprattutto sugli alberi di pino e di cedro, che sta creando più di una preoccupazione tenuto conto che l’insetto può provocare gravi reazioni allergiche e infiammatorie negli esseri umani e negli animali, il sindaco Francesco Zaccaria ha emesso un provvedimento col quale ordina a cittadini privati proprietari di aree verdi, amministratori condominiali di palazzi con giardino e, comunque, a tutti coloro che hanno nella propria disponibilità pini e cedri, nonché conifere in generale, di verificare entro il mese di marzo di ogni anno l’eventuale presenza della Processionaria sugli alberi negli spazi di loro proprietà e, nel caso fosse riscontrata dagli operatori specializzati (ma anche da giardinieri attrezzati con le dovute precauzioni) la presenza della Processionaria, d’intervenire immediatamente. I privati, a loro cura e spesa, dovranno, tramite ditte specializzate, rimuovere subito il nido, tagliando il ramo ove è presente la processionaria per poter bruciarne il nido.

Zaccaria ha ritenuto emettere l’ordinanza, preoccupato dalle allergie e dagli stati infiammatori che la Processionaria può determinare nelle persone e negli animali, ma anche per evitare che si possa impoverire il popolamento arboreo del territorio, considerato che gli insetti possono distruggere le stesse conifere qualora non vengano eliminati prima che le larve abbandonino il nido. Il sindaco specifica nell’ordinanza che gli interventi sulle piante infestate devono essere effettuati con le dovute precauzioni da parte dell’operatore, che deve indossare maschera, occhiali adatti e guanti.

«Relativamente agli alberi degli spazi pubblici, la cui manutenzione ricade nelle competenze esclusive del Comune, ci siamo attivati per tempo, come accade ogni anno – afferma Zaccaria – grazie all’Ufficio comunale della manutenzione verde pubblico, che sin dall’inizio della stagione invernale e, dunque, sin da gennaio, ha provveduto a svolgere attività di cosiddetta lotta passiva, ossia controlli mirati sulle conifere per scongiurare la diffusione della Processionaria che, in effetti, è stata subito fermata, laddove è stato necessario, intervenendo per eliminare i nidi individuati».

Il sindaco, con la stessa ordinanza, invita i cittadini a segnalare la presenza della Processionaria sugli alberi presenti negli spazi pubblici (strade, viali, aree verdi rigorosamente pubblici) in modo che il Comune possa intervenire per l’eliminazione.

Il provvedimento disciplina anche l’ipotesi della mancata osservanza da parte dei cittadini sull’eliminazione obbligatoria della Processionaria dagli alberi privati, giacché saranno attivati controlli da parte della Polizia locale che potranno elevare una sanzione da 25 a 500 euro, in caso il cittadino non abbia provveduto ad eliminare la Processionaria dai propri alberi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento