rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Guerra di mala: altri due arresti, trovate armi e due auto di una banda

Altri due arresti a Brindisi sulla pista dello scontro tra bande rivali che i carabinieri stanno seguendo, dopo una lunga sequenza di ferimenti, attentati e rapine

BRINDISI – Altri due arresti a Brindisi sulla pista dello scontro tra bande rivali che i carabinieri stanno seguendo, dopo una lunga sequenza di ferimenti, attentati e rapine. Due arresti in flagranza di reato, questa volta, dopo i fermi di lunedì sera di Antonio Lagatta e Antonio Borromeo. In flagranza perché gli investigatori dell’Arma hanno rinvenuto e sequestrato tre pistole, un passamontagna, una Lancia Delta e una Alfa Romeo Giulietta di colore nero, armi collegabili ad alcuni agguati delle scorse settimane.

L'indagine e i primi fermi

Le auto e le armi sequestrate dai carabinieri

La Giulietta è probabilmente l’auto comparsa nella tentata rapina ai danni di un automobilista e nell’attentato incendiario al membro di un gruppo rivale. Ma  una Giulietta nera compare anche nella recente rapina al portavalori davanti al punto McDonald's del centro commerciale BrinPark. I due arrestati secondo gli investigatori fanno parte delle fazioni in lotta tra loro.

VANTAGGIATO Vincenzo, classe 1978-2ROMANO Annamaria, classe 1979-2Si cerca intanto la terza persona riuscita a sottrarsi al blitz di lunedì, in cui sono finiti in manette Borromeo e Lagatta. Le pistole e le due auto erano nascoste in una villetta esitiva di contrada Sbitri, sulla costa nord di Brindisi. Gli arrestati sono Vincenzo Vantaggiato di 39 anni, e Annamaria Romano di 38 anni, entrambi incensurati ma parenti di alcuni dei personaggi coinvolti nell'indagine in corso. Al momento, su decisione del pm, sono ai domiciliari.

auto rubate arresto VANTAGGIATO-ROMANO (6)-2

Le armi sono una pistola semiautomatica calibro 7,62 marca Tokarev con quattro cartucce, un modello di derivazione russa molto diffuso negli ex paesi socialisti dell'area balcanica, una pistola semiatomatica calibro 22 con marca illeggibile con cinque cartucce nel caricatore, e un revolver giocattolo modificato calibro 38 con una cartuccia.

Nel corso della stessa perquisizione domiciliare avvenuta nella serata di martedì 7 novembre, sono state rinvenute come già detto nel giardino dell’abitazione di contrada Sbitri una Lancia Delta risultata rubata a Brindisi il 29 ottobre 2017 e un'Alfa Romeo Giulietta rubata a Brindisi il 28 ottobre 2017. Gli arrestati, zii di un soggetto della malavita locale, dovranno rispondere di detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra di mala: altri due arresti, trovate armi e due auto di una banda

BrindisiReport è in caricamento