Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Ampliamento palazzetti, Brigante: "Anci chieda una deroga per le società"

"Il sindaco Decaro proponga alla federazione una deroga per tutte quelle società i cui Comuni sono ormai in fase di approvazione del bilancio e piani triennali opere pubbliche"

BRINDISI – Il sindaco di Bari Antonio Decaro, nelle vesti di presidente dell’Anci (Associazione nazionale Comuni italiani) chieda alla Fip (Federazione italiana pallacanestro) “di concedere una deroga a tutte quelle società i cui Comuni sono ormai in fase di approvazione del bilancio e dei piani triennali di opere pubbliche”.

E' quanto si legge in un post pubblicato dall’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Brindisi, Salvatore Brigante, sulla sua pagina Facebook, in riferimento al tema che da giorni tiene banco in città: la decisione del Consiglio federale di aumentare a 5mila posti a sedere la capienza minima di un palazzetto per potersi iscrivere al campionato di Serie A, a partire dalla stagione agonistica 2018-19. Fra gli impianti da adeguare alla nuova normativa, come noto, c’è anche il PalaPentassuglia, che di spettatori è in grado di contenerne poco più di 3500.

Brigante rimarca che la richiesta formulata a Decaro è legata alla incompatibilità fra la scadenza imposta dalla Federazione e “i tempi per progettare ed avviare fare europee per la realizzazione dei palazzetti”. La giunta guidata dalla sindaca Angela Carluccio ha inserito nel piano di opere pubbliche triennali 2017-2019 che il prossimo 21 aprile approderà in consiglio comunale anche una spesa pari a 4 milioni di euro per l’ampliamento della struttura di contrada Masseriola, ma solo con fondi privati.

Dopo le polemiche suscitate dalle dichiarazioni rilasciate a BrindisiReport dallo stesso Brigante, che aveva giustificato il ricorso ai finanziamenti privati con il fatto che vi siano altre opere pubbliche più urgenti, nella giornata di venerdì (14 aprile) il primo cittadino ha fatto un parziale dietro front, attraverso una nota in cui manifesta la sua “determinazione a far sì che il PalaPentassuglia sia adeguato alle norme previste dalla Federazione”,  chiedendo un’assunzione di responsabilità alle forze di maggioranza e di opposizione e anche alla società dell’Enel Basket Brindisi “che, a fronte di un eventuale investimento per l’ampliamento del palasport – afferma la sindaca - dovrà garantire il proprio impegno a proseguire l’attività ai massimi livelli”.

I tifosi seguono questa vicenda con il timore che possano aprirsi scenari poco incoraggianti per il futuro del basket brindisino. A tal proposito si preannunciano contestazioni nei confronti dell’amministrazione comunale prima e dopo la palla a due della gara Enel Brindisi-Armani Jeans Milano che andrà in scena alle ore 19,30 di oggi al PalaPentassuglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ampliamento palazzetti, Brigante: "Anci chieda una deroga per le società"
BrindisiReport è in caricamento