menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anabolizzanti importati dall'estero, denunciato titolare di palestra

Accusato anche di ricettazione ed uso di farmaci per alterare le prestazioni agonistiche dopo la perquisizione a casa

CISTERNINO - Anabolizzanti vietati importati dall'estero. Le compresse sono state trovate in due flaconi, a casa del titolare di una palestra dai carabinieri della stazione di Cisternino. 

All'esito dei controlli, i militari hanno denunciato l'uomo per ricettazione,  utilizzo di farmaci al fine di alterare le prestazioni agonistiche, nonché per importazione di farmaci provenienti da paesi terzi senza la prevista autorizzazione.vLe sostanze denominate “Zionlabs Sub Zero T5” e “Stano Titan Helthcare”, sarebbero state illegalmente importate dall’estero e sono state  sottoposte a sequestro.  A chi importa  medicinali o materie prime  farmacologicamente  attive in assenza di autorizzazione,  si applicano le stesse pene a cui soggiage il titolare dell’impresa  che inizia l’attività di produzione di medicinali o di materie farmacologicamente  attive senza munirsi  dell’autorizzazione. Sono previste dell’articolo 147 del decreto legislativo  219 del 24 aprile 2006: arresto da sei mesi ad un anno  e con l’ammenda da diecimila a centomila euro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento