menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I farmaci anabolizzanti sequestrati

I farmaci anabolizzanti sequestrati

Anabolizzanti nascosti fra i prodotti ludici: sequestro nel porto di Brindisi

Individuato dai carabinieri del Nas un carico di testosterone e nandrolone. Arrestato un autotrasportatore bulgaro

BRINDISI – Un sequestro di farmaci anabolizzanti è stato eseguito ieri (22 dicembre) nel porto di Brindisi, a seguito di un controllo effettuato dai carabinieri del Nas di Taranto, con il supporto del personale dell’agenzia delle Dogane e della guarda di finanza. I militari, presso l’area di imbarco di Costa Morena, hanno sottoposto a perquisizione un autocarro Mercedes intestato a una ditta di Malta alla cui guida si trovava un uomo di nazionalità bulgara, Ilian Stoyanov. 

Il mezzo, stando alla bolla di accompagnamento, trasportava un carico di prodotti ludici. Ma occultate fra gli articoli per bambini c’erano decine di confezioni di farmaci utilizzati solitamente per aumentare la massa muscolare e migliorare le performance sotto sforzo. Si tratta, nello specifico, di 400 fiale di testosterone, 1200 compresse di testosterone e 50 fiale di nandrolone. 

I farmaci, il cui valore ammonta a circa 5mila euro, e il veicolo, del valore paria circa 10mila euro, sono stati posti sotto sequestro. L’autotrasportatore, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato condotto nel carcere di Brindisi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento