menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avvocati in astensione: “Riforma del processo antidemocratica”

Anche la Camera penale di Brindisi aderisce alla stato di agitazione nazionale iniziato ieri: udienze sospese sino al venerdì. Il presidente Fabio Di Bello: "No a processi interminabili e alla compressione dei diritti degli imputati o indagati"

BRINDISI – Di nuovo in astensione gli avvocati penalisti di Brindisi e provincia: da lunedì scorso e fino a venerdì prossimo la Camera penale Oronzo Melpignano aderisce allo stato di agitazione nazionale proclamato in segno di protesta di fronte alla riforma della giustizia, ritenuta antidemocratica.

L'avvocato Fabio Di Bello-2Le udienze in calendario per la giornata di ieri sono state rinviate, oggi si replica e sarà così sino al 14 aprile, dopo l’analoga iniziativa deliberata lo scorso 4 marzo per denunciare l’uso dello strumento della fiducia ai fini dell’approvazione del Ddl da parte del Governo, sottraendo al Parlamento il confronto sulle nuove disposizioni in materia di processo e più in generale di ordinamento penale.

“Appare necessario adottare ogni opportuna iniziativa di contrasto di fronte a questa modalità autoritaria con la quale si è inteso chiudere ogni possibile spazio di confronto e ogni pur necessaria interlocuzione politica con riferimento a riforme che incidono in maniera diretta e  penetrante sulla natura stessa del processo penale, distorcendo gravemente il modello accusatorio del giusto ed equo processo”, si legge nella delibera adottata dalla Giunta dell’Unione delle Camera penali italiane, a cui ha aderito quella di Brindisi.

“Si tratta di riforme contrarie non solo agli interessi e ai diritti dei singoli imputati e indagati, ma anche alle legittime aspettative delle persone offese e della collettività intera”, sottolinea il presidente della Camera Oronzo Melpignano, Fabio Di Bello. “In un Paese democratico è necessario che i procedimenti penali abbiano una ragionevole durata e che la fase dell’accertamento dibattimentale torni a essere il perno del processo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento