menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Manifestanti No Vaccini (LaPresse)

Manifestanti No Vaccini (LaPresse)

I manifestanti "No vaccini" aggrediscono la Mariano e altri tre deputati

Intolleranza e violenza in scena davanti a Montecitorio dopo l’approvazione della legge sulle vaccinazioni obbligatorie da parte della Camera dei Deputati. Aggrediti tre deputati salentini del Pd e uno di Mdp

ROMA – Intolleranza e violenza in scena davanti a Montecitorio dopo l’approvazione della legge sulle vaccinazioni obbligatorie da parte della Camera dei Deputati. Tre deputati salentini del Pd, Elisa Mariano di San Pietro Vernotico, Ludovico Vico di Taranto e Salvatore Capone di Lecce, sono stati aggrediti all’uscita da parte di alcuni partecipanti ad una manifestazione di protesta cui partecipavano varie decine di persone.

Secondo quanto ha raccontato l’on.  Elisa Mariano ai giornalisti, gli scalmanati hanno letteralmente assalito il gruppetto di parlamentari che stava lasciando il palazzo. “Siamo usciti dalla Camera – ha spiegato la Mariano – e andavamo a prendere la macchina per andare in aeroporto. Siamo stati inseguiti, insultati… Avevano magliette arancioni con su scritto ‘libertà di scelta’, ci urlavano ‘assassini'. Siamo riusciti a salire in auto ma la macchina è stata circondata e presa a calci e pugni per alcuni minuti, finché è intervenuta la Digos. Noi ci siamo presi un grosso spavento”.

Per Matteo Renzi quanto avvenuto è “follia pura”. Su Twitter il segretario del Pd scrive: “Tre deputati Pd assaliti da manifestanti No-vaccini. Follia pura. Un abbraccio a Elisa, Ludovico e Salvatore. Noi non ci fermiamo”. Immediata la condanna anche da parte del Movimento 5 Stelle, il quale in una nota ha dichiarato: “L’aggressione nei confronti dei deputati del Pd fuori da Montecitorio non è giustificabile in alcun modo e a loro va la solidarietà di un movimento che si è sempre, convintamente, dichiarato non violento. La contrarietà a un provvedimento è un conto, la violenza un altro”.

Ma non sono stati solo i tre deputati del Partito democratico a vedersela brutta. Anche Nello Formisano, deputato di Articolo Uno- Mdp, ha condiviso con i colleghi la brutta avventura. Il parlamentare è stato circondato dai manifestanti e solo grazie agli agenti è riuscito a raggiungere la macchina e lasciare la piazza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento