rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Anche la Francia commemora con una messa gli angeli del Sar

Una cerimonia commemorativa si è svolta lo scorso 23 ottobre a Isle-En-Barrios, teatro della tragedia in cui 10 anni fa persero la vita otto aviatori

L’ Isle-En-Barrios, è un piccolissimo comune francese, con appena 40 abitanti e un territorio comunale di appena tremila ettari, quasi tutti destinati a foresta, situato nel dipartimento di Mosa, nella regione di East Grand, nell’est della Francia. Il 23 ottobre del 2008, si schiantò al suolo l’elicottero Sikorsky HH 3F Pelican in dotazione all’84° S.A.R., allora di stanza a Brindisi. Un tragico evento, comportò la morte di ben 8 giovani esperti aviatori, che vivevano tutti i giorni alla ricerca e al soccorso della vita umana in particolari situazioni di pericolo e ambienti ostili quali la montagna o il mare.

L'incidente avvenne durante un volo di trasferimento in Belgio, dove l'equipaggio avrebbe dovuto prendere parte ad una esercitazione.

Un momento della commemorazione in Francia1-2

Il velivolo partecipava con un elicottero analogo ad un'esercitazione congiunta tra Italia e Francia. I due velivoli si stavano trasferendo da Dijon a Florennes, in Belgio, dove avrebbero partecipato a un addestramento multinazionale chiamato “Tactical Leadership Programme”. L'elicottero caduto era decollato giovedì mattina da Brindisi e aveva fatto scalo a Rimini. Dopo il rifornimento a Dijon, è ridecollato alla volta di Florennes. Quindi lo schianto.

Martedì 23 ottobre presso la chiesa di Vaubecourt, in Francia, si è svolta la commemorazione del decennale della scomparsa degli 8 schieramento associazioni davanti alla chiesa-2militari dell’Aeronautica deceduti nel tragico incidente. La cerimonia ha visto le autorità militari e i famigliari partecipare con coinvolgimento ed emozione al ricordo delle vittime. Alla celebrazione della messa, officiata dal Cappellano Militare, è seguita la deposizione di una corona floreale sul luogo dell’incidente (Lisle-en-Barrois).

La cerimonia è stata presieduta dal Comandante del Forze Speciali e di Supporto (CFSS) Generale di Divisione Aerea Gianpaolo Miniscalco. A rendere gli onori al ricordo dei militari erano presenti anche il Comandante della 9^ Brigata Istar (Intelligence, surveillance, target acquisition and reconnaissance – electronic warfare), il Comandante del 15° Stormo, le Associazioni Combattentistiche francesi e i rappresentanti dell’Associazione "Gente del 15°".

Al termine della funzione religiosa è stata deposta una corona floreale alla stele di travertino eretta in loro memoria, collocata nelle vicinanze della tragedia aerea. Su di essa è applicato un medaglione di bronzo realizzato da un calco del 1984 dallo scultore Carmelo Conte di Latiano (Brindisi) nel quale compaiono otto figure che, seguendo lo stesso momento rotatorio delle pale dell’elicottero, formano una spirale e sono chiamate a una vita non più terrena ma eterna. A seguire vi è un’iscrizione in italiano ed in francese recante la seguente dicitura: “In questo luogo sono caduti otto aviatori italiani che condividevano con passione il privilegio di salvare vite umane”; un’aquila da pilota militare, donata dallo scultore grafico saggista Luciano Zanelli e l’elenco dei nomi dei deceduti

Il giorno successivo, mercoledì 24 ottobre, presso l’Aeroporto Ramirez di Gioia del Colle, dove ha sede l’84° Centro C/SAR (Combat Search and Rescue), si è svolta una ulteriore cerimonia, in forma riservata, per mantenere vivo il ricordo delle vittime dell’incidente, officiata dal Cappellano Militare della base. 

A Brindisi, dove l’84° Centro C/SAR aveva sede al momento del tragico incidente, domenica 28 ottobre alle ore 11,30, presso la cappella della Madonna di Loreto, all’interno del Distaccamento Aeroportuale, in uno tra Il comando del Distaccamento, comandato dal Colonnello Pilota Giambattista Degiuli e la sezione di Brindisi dell’Associazione Arma Aeronautica “Leonardo Ferrulli” presieduta dal Generale di Brigata Giuseppe Genghi, si commemoreranno gli otto “Angeli”: capitano pilota Michele Cargnoni, 30 anni, di Brescia; tenente pilota Marco Partipilo, 29 anni, di Bari; primo maresciallo Giovanni Sabatelli, 50 anni, di Fasano (Brindisi); primo maresciallo Carmine Briganti, 41 anni, di Talsano (Taranto); maresciallo di prima classe Giuseppe Biscotti, 37 anni, di Grottaglie (Taranto); maresciallo di prima classe Massimiliano Tommasi, 34 anni, di Calimera (Lecce); maresciallo di prima classe Teodoro Baccaro, 31 anni, di San Vito dei Normanni (Brindisi) e il capitano pilota Stefano Bazzo, 32 anni di Vicenza, quest'ultimo in servizio all'83° Centro Sar di Rimini. La commemorazione si concluderà con la deposizione di una corona presso il monumento alla loro memoria presente all’interno del Distaccamento.

La memoria degli uomini del S.A.R. è custodita e promossa dalla Sezione Brindisina dell’Associazione Arma Aeronautica, “Leonardo Ferrulli” presso la quale, una targa ne ricorda il sacrificio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche la Francia commemora con una messa gli angeli del Sar

BrindisiReport è in caricamento