Cronaca Viale Arno

"Ancora un furto sulla tomba di mia madre, siamo esasperati"

Proseguono le razzie all'interno del cimitero di Brindisi. Lo sfogo di un cittadino: "Si mettano una mano sulla coscienza"

BRINDISI – Proseguono, purtroppo, i furti all’interno del cimitero comunale di Brindisi. Vasi e porta lampade sono fra gli oggetti prediletti dai ladri. Ne sa qualcosa un cittadino che dopo l’ennesimo furto ha contattato la redazione di BrindisiReport, in preda alla rabbia e allo sconforto.

“Stamattina – afferma il lettore – sono andato a portare un fiore sulla tomba di mia madre. E’ indescrivibile lo sgomento provato quando mi sono accorto che un vaso con delle orchidee che avevamo messo sulla lapide il giorno di San Valentino (martedì 14 febbraio) era sparito”.

“Non è la prima volta – prosegue il cittadino – che si verificano episodi di questo tipo. Nel periodo natalizio hanno persino rubato un alberello di Natale che avevamo lasciato sulla tomba della mamma, venuta a mancare pochi giorni prima. Io davvero non capisco cosa possa a spingere certa gente a rubare oggetti di modestissimo valore economico, ma di grande valore affettivo, come un vaso, un alberello di Natale o anche un porta lampade".

"Non si rendono conto, queste persone, della viltà del loro gesto? Possibile che non abbiano alcun rispetto verso i defunti e nei confronti del dolore dei loro cari? La speranza è che i responsabili di questi furti prima o poi si mettano una mano sulla coscienza, ammesso che ce l’abbiano, e la finiscano. Ma mi rendo conto che le mie, con ogni probabilità, sono solo parole al vento”.

Va detto che la direzione del cimitero ha cercato di arginare tale fenomeno, rinforzando il servizio di guardiania. Ma l’area da coprire è troppo vasta e le telecamere di cui è dotato il camposanto puntano solo verso gli ingressi. Non è affatto semplice, insomma, fermare l’ondata di spregevoli furti nel luogo dell’eterno riposo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ancora un furto sulla tomba di mia madre, siamo esasperati"

BrindisiReport è in caricamento