menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cellino S.Marco

Cellino S.Marco

Ancora minacce a sindaco e assessore

CELLINO S. MARCO -Nuovo tentativo di intimidazione a Cellino San Marco all’indirizzo dell’assessore ai Servizi sociali, Gabriele Elia e minacce di morte al sindaco, Francesco Cascione. Stanotte qualcuno ha cosparso di liquido infiammabile la vettura dell’assessore.

CELLINO S. MARCO -Nuovo tentativo di intimidazione a Cellino San Marco all'indirizzo dell'assessore ai Servizi sociali, Gabriele Elia e minacce di morte al sindaco, Francesco Cascione. Stanotte qualcuno ha cosparso di liquido infiammabile la vettura dell'assessore, una Fiat Croma. Nel marzo scorso era stato appiccato il fuoco, spento dallo stesso amministratore prima che arrecasse gravi danni.

Il movente del nuovo attentato non è chiaro ma stavolta, Elia, chiede l'intervento delle istituzioni, e in particolare del prefetto. I fatti si sono verificati la scorsa notte. La vettura è intestata al padre di Elia, ex vice sindaco del Comune di Cellino San Marco e dipendente della Provincia di Brindisi.

Sull'episodio, così come sul precedente del 19 marzo scorso indagano i carabinieri della stazione di Cellino San Marco. Già due mesi fa il giovane amministratore aveva dichiarato di ritenere rivolta alla sua attività in seno alla giunta il gesto che era stato compiuto.

Stavolta ci hanno riprovato con lo stesso metodo. Benzina a volontà, ma non sono riusciti neppure a dare il via alle fiamme. Denuncia contro ignoti è stata prontamente sporta dall'intestatario dell'autovettura. E' chiaro, però, che le indagini si concentreranno soprattutto sull'attività amministrativa di Gabriele Elia titolare di una delle deleghe più delicate, in tempi di crisi, in ogni Comune d'Italia, quella attraverso la quale ci si cura dell'assistenza ai più deboli.

E intanto il sindaco, in una intervista rilasciata a BlustarTv, ha fatto sapere di aver appreso dell'esistenza di volantini di minacce, che mettono in correlazione il suo nome e quello della madre (già sindaco di Cellino anche lei) con il cimitero.

Anche Cascione è stato più volte bersaglio di atti intimidatori, l'ultimo l'incendio dell'abitazione al mare avvenuto qualche settimana fa: "In tre anni è il quinto atto intimidatorio ricevuto. Vado avanti, ma tutto ha un limite".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento