Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico

Andava in giro sul manubrio di una bici rapinando anziane: arrestato

Aveva l'abitudine di andare in giro per le vie di San Donaci sul manubrio di una bici condotta dal cugino, rapinando anziane signore sull'uscio di casa. Alessio Miccoli, 19 anni, del posto, avrebbe colpito tre volte nell'agosto del 2014. Stamani, al termine di un'attività investigativa condotta dai carabinieri della locale stazione

SAN DONACI – Aveva l’abitudine di andare in giro per le vie di San Donaci sul manubrio di una bici condotta dal cugino, rapinando anziane signore sull’uscio di casa. Alessio Miccoli, 19 anni, del posto, avrebbe colpito tre volte nell’agosto del 2014. Stamani, al termine di un’attività investigativa condotta dai carabinieri della locale stazione al comando del maresciallo Lazzari, il giovane è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del tribunale di Brindisi, Tea Verderosa, su richiesta del pm Savina Toscani.

In un’occasione, il sandonacese venne arrestato in flagranza di reato. Era il 23 agosto. Miccoli si avvicinò a una pensionata residente in via Papini e le strappò una collanina, facendola cadere rovinosamente per terra. Una pattuglia della stazione riuscì immediatamente a bloccare Miccoli, arrestandolo. Alessio miccoli-2

Da quanto appurato dalle forze dell’ordine, il 19enne avrebbe perpetrato almeno altre tre rapine con analogo modus operandi: il 3, il 5 e il 17 agosto. Agiva a volto scoperto. Selezionava i bersagli nelle viuzze del centro storico. In alcune circostanze sostava per qualche minuto su un marciapiede vicino all’obiettivo, prima di entrare in azione. Le vittime lo hanno visto in faccia e lo hanno riconosciuto.

Nel corso delle indagini, i carabinieri hanno visionato le immagini riprese dalle telecamere presenti vicino alle abitazioni delle vittime, confrontandole con quelle che ritraevano Miccoli e il suo parente (minorenne) in bici, con il primo sempre seduto sul manubrio. La refurtiva è stata recuperata solo in occasione della prima rapina, quella del 3 agosto. Le altre due collanine di cui Miccoli si sarebbe impossessato, non sono state rinvenute.

Il 18enne, del resto, era già noto alle forze dell’ordine per reati contro la persona. Basti ricordare che da mesi si trovava presso una comunità di Latiano in regime di domiciliari, per una brutale rapina in abitazione con sequestro di persona messa a segno nel marzo del 2014, sempre a San Donaci. All’epoca dei fatti, Miccoli era ancora minorenne. Insieme a lui agirono almeno altri due individui. Anche in quella circostanza, le forze dell’ordine lo identificarono grazie alle telecamere installate nelle vie di San Donaci.

Il secondo provvedimento restrittivo, dunque, gli è stato notificato stamani in comunità. La posizione del cugino è al vaglio delle forze dell’ordine, che stanno lavorando per individuare eventuali responsabilità a suo carico, d’intesa con la procura dei minori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andava in giro sul manubrio di una bici rapinando anziane: arrestato

BrindisiReport è in caricamento