menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cosimo Laguercia, Marina Miggiano e Consilia Tau di Direzione Italia

Cosimo Laguercia, Marina Miggiano e Consilia Tau di Direzione Italia

“Angela Carluccio, una delusione: non aveva niente da dire”

Tau di Direzione Italia: “Da Errico per ascoltare le proposte, il notaio lasciò quando non c’era più niente da fare”

BRINDISI – “Su Angela Carluccio abbiamo puntato come donna, noi donne, ma siamo state deluse: non aveva nulla da dire. Ora siamo qui dal notaio per ascoltare le proposte per Brindisi città virtuosa”.

errico e fanuzzi_5457-2

Direzione Italia si è tolta un sassolino dalla scarpa dopo la fine dell'esperienza Carluccio. Lo ha fatto nel giorno in cui ha risposto all’appello lanciato dal notaio Michele Errico per una città che rompa una volta per tutte con il passato e dica basta a “cupole” . Una Brindisi finalmente nuova, quella che l’ex primo cittadino vorrebbe costruire dopo la caduta dell’Amministrazione centrista di Angela Carluccio della quale è stato testimone e ancora prima garante della legalità e della trasparenza.

“Quando il notaio ha lasciato l’incarico, non c’era più nulla da fare”, ha detto Consilia Tau, consigliere comunale per i fittiani, quando si chiamavano Cor, Conservatori e riformisti. Raffaele Fitto resta il punto di riferimento ora come allora, quando diede l’ok al rompete le righe che alcuni dei brindisini avrebbero voluto per mettere fine all’esperienza. In realtà, le cronache raccontano di tensioni interne alla coalizione già dalla formazione della Giunta. La prima versione. Nei rimpasti dell’esecutivo, i fittiani sono arrivati dopo aver contestato il metodo tanto da aver deciso per la sospensione delle deleghe dei propri assessori. Storia passata. Ma attuale nel momento in cui si ricorda quel fallimento, per mano di Tau. L’ex consigliera era presente questa mattina assieme all’avvocato Marina Miggiano, vice coordinatore cittadino di Direzione Italia, e a Cosimo Laguercia, ex assessore alle Attività produttive.

“Vogliamo ascoltare quel che ha da dire Errico”, dice Miggiano per spiegare il motivo della presenza. Non hanno risposto all’appello del notaio altre forze o partiti politici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento