menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Angelo Buccarella

Angelo Buccarella

Angelo Buccarella liberato dal riesame

TUTURANO - Non aveva ruolo di capo e promotore dell'associazione di stampo mafioso che fu sgominata alla fine del 2010 nel blitz Last Minute. E' per questo che Angelo Buccarella, 34 anni, figlio del boss Salvatore, di Tuturano è ritornato oggi in libertà su decisione del Tribunale del Riesame di Lecce che ha accolto il ricorso dell'avvocato Ladislao Massari che lo difende.

TUTURANO - Non aveva ruolo di capo e promotore dell'associazione di stampo mafioso che fu sgominata alla fine del 2010 nel blitz Last Minute. E' per questo che Angelo Buccarella, 34 anni, figlio del boss Salvatore, di Tuturano è ritornato oggi in libertà su decisione del Tribunale del Riesame di Lecce che ha accolto il ricorso dell'avvocato Ladislao Massari che lo difende.

Lo stesso Ladislao Massari aveva ottenuto per Buccarella junior l'annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare disposta nell'ambito dell'operazione "Helios" scattata lo scorso 19 settembre, quando furono eseguiti dai carabinieri di Brindisi a carico di 16 persone provvedimenti restrittivi per associazione mafiosa e estorsioni ai danni degli imprenditori del fotovoltaico.

Buccarella, era già stato processato con rito abbreviato per i fatti che gli sono stati contestati nell'ambiti dell'inchiesta condotta dal pm della Dda di Lecce, Alberto Santacatterina, alla fine del 2010 quando il pentito Ercole Penna, detto Lino lu biondo decise di collaborare con la giustizia e svelò dettagli importanti sul business della malavita organizzata che aveva base operativa a Brindisi e Mesagne ed era strutturata in due gruppi.

Per quel che riguarda il giovane tuturanese, secondo il Tribunale della libertà, sono decorsi i termini di custodia cautelare. Il count down per il 34enne era scattato al momento dell'ammissione al rito abbreviato: 9 mesi sarebbero dovuti trascorrere se Buccarella avesse rivestito ruolo apicale. Sono 6 visto e considerato che si tratta di un affiliato senza incarichi di comando nell'associazione. Buccarella è libero. Per la condanna in primo grado decisa dal gup di Lecce si profila un probabile ricorso in appello da parte della difesa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento