menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il procuratore Marco Di napoli e Maria Teresa

Il procuratore Marco Di napoli e Maria Teresa

Antiracket e procura firmano protocollo

BRINDISI - Non si tratta di un rapporto di esclusiva, anzi “nell’azione di contrasto a questi gravi fenomeni criminali è auspicata e favorita la collaborazione di tutte le persone, enti ed associazioni che perseguano il medesimo fine”. Lo fa sapere oggi l’Associazione Antiracket Salento che con la Procura della Repubblica di Brindisi ha sottoscritto stamani un protocollo di intesa per il contrasto al fenomeno dell’usura e dell’estorsione, allo scopo di coordinare le iniziative di assistenza alle vittime di tali reati con le esigenze degli inquirenti.

BRINDISI - Non si tratta di un rapporto di esclusiva, anzi "nell'azione di contrasto a questi gravi fenomeni criminali è auspicata e favorita la collaborazione di tutte le persone, enti ed associazioni che perseguano il medesimo fine". Lo fa sapere oggi l'Associazione Antiracket Salento che con la Procura della Repubblica di Brindisi ha sottoscritto stamani un protocollo di intesa per il contrasto al fenomeno dell'usura e dell'estorsione, allo scopo di coordinare le iniziative di assistenza alle vittime di tali reati con le esigenze degli inquirenti.

"In particolare l'Associazione Antiracket Salento, che in precedenza aveva sottoscritto una convenzione con l'Ufficio del Commissario Straordinario del Governo e con le Amministrazioni Comunali di Lecce, Brindisi e Taranto per la realizzazione di tre sportelli di solidarietà alle vittime di racket e usura, oltre a fornire assistenza alle vittime, si impegna a collaborare con la Procura della Repubblica per il più efficace svolgimento dei suoi compiti di Istituto, mentre la Procura individua la figura di un magistrato referente per il coordinamento con l'Associazione".

La presidente di Antiracket Salento, Maria Teresa Gualtieri, che ha firmato il documento con il procuratore capo Marco Dinapoli, sottolinea nuovamente che si tratta del "primo protocollo d'intesa in Italia, che darà ufficialmente il via a un progetto unico nel suo genere e sancisce un'importante collaborazione tra la Procura della Repubblica di Brindisi e Antiracket Salento, associazione convenzionata con il Ministero dell'Interno attraverso il Pon Sicurezza misura 2.4".

ATTIVITA' E SERVIZI ANTIRACKET SALENTO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento