Cronaca

Anziano vaga spaesato: i carabinieri lo aiutano a riabbracciare i suoi cari

"Aiutatemi, mi sono perso". Queste sono le parole rivolte dal 79enne C.L. di Carmiano (Lecce) ai carabinieri, mentre vagava spaesato per le vie di Torre Santa Susanna. E i carabinieri della locale stazione lo hanno aiutato

La stazione dei carabinieri di Torre Santa Susanna

TORRE SANTA SUSANNA – “Aiutatemi, mi sono perso”. Queste sono le parole rivolte dal 79enne C.L. di Carmiano (Lecce) ai carabinieri, mentre vagava spaesato per le vie di Torre Santa Susanna. E i carabinieri della locale stazione lo hanno aiutato, accogliendolo in caserma, rifocillandolo e mettendolo in contatto con i suoi famigliari.

Grazie all’intervento della "benemerita" ha avuto un lieto fine la disavventura di un pensionato che alle prime luci di venerdì (6 maggio) era uscito alla propria abitazione per andare a fare dei lavoretti in campagna. Una volta finito di faticare, l’anziano è tornato alla guida del suo motocarro Ape per rientrare a casa.

Ma a un certo punto ha smarrito la bussola, iniziando a vagare senza meta. Intorno alle ore 16 è arrivato a Torre Santa Susanna, in  via San Pancrazio. Qui un paio di militari, resisi conto del suo atteggiamento spaesato, gli hanno chiesto se avesse bisogno di aiuto. E lui, con voce rotta dal pianto, ha risposto: “Fili mia aiutatemi mi sono perso”.

I carabinieri allora lo hanno condotto presso la stazione. Qui, grazie ai suoi documenti di identità, hanno accertato che risiedeva a Carmiano. A quel punto i carabinieri si sono messi in contatto con i colleghi della stazione salentina, i quali a loro volta hanno contattato i parenti del 79enne, che erano in preda all’ansia. E così, alla fine, l’anziano ha potuto riabbracciare i suoi cari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano vaga spaesato: i carabinieri lo aiutano a riabbracciare i suoi cari

BrindisiReport è in caricamento