Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Emiliano al processo Asl: "La cartuccia era per il nostro legale"

Quella cartuccia per pistola trovata nell'aula bunker del tribunale di Brindisi, dove si svolgono anche le udienze del processo per gli appalti truccati alla Asl di Brindisi, era un atto intimidatorio diretto al legale di parte civile della Regione Puglia

BRINDISI - Quella cartuccia per pistola trovata nell'aula bunker del tribunale di Brindisi, dove si svolgono anche le udienze del processo per gli appalti truccati alla Asl di Brindisi, era un atto intimidatorio diretto al legale di parte civile della Regione Puglia. Lo ha dichiarato oggil il governatore Michele Emiliano, che ha partecipato alla prima udienza, poi rinviata, in cui i due procedimenti originari dell'indagine Virus del Nas dei carabinieri e della procura brindisina sono confluiti in un unico giudizio. 

emiliano regione parte civile udienza processo gare Asl Brindisi 2-2

“Sono qui perché la Regione è costituita parte civile e quindi sono rappresentante della parte civile in un processo importantissimo con cui si vuole dimostrare la pressione, qualche volta anche violenta e minacciosa, nei confronti dei funzionari onesti della Asl di Brindisi e della Regione. Anche il nostro avvocato difensore, l’avv. Francesco Marzullo, ha subito una grave intimidazione", ha dichiarato Emiliano. "Su un tavolo di questa aula, in cui anni fa ho fatto il processo contro la Sacra Corona Unita, è stato depositato un proiettile nei confronti della parte civile, nel timore che questa svolgesse il suo compito con troppa dedizione e troppa precisione".

emiliano regione parte civile udienza processo gare Asl Brindisi 1-2

"Oggi siamo vicini al nostro avvocato che aveva subito questa minaccia. Questo processo per noi è importantissimo: da oggi, nei limiti del possibile lo seguirò con grandissima attenzione, leggendomi le carte e ne trarrò anche le conseguenze di natura politica”, ha detto ancora Michele Emiliano, del quale proponiamo una videointervista. Il governatore, già pm in servizio alla procura di Brindisi, si è intrattenuto a colloquio in aula anche con il procuratore capo Marco Dinapoli.

Una udienza del processo Virus Asl-2

L'udienza, come già detto, è stata rinviata al 9 novembre, poichè la consulente tecnica d'ufficio incaricata della trascrizione delle intercettazioni, che doveva essere esaminata oggi in aula, aveva chiesto 30 giorni di proroga per completare l'incarico affidatole. Per una ricostruzione della lista degli imputati, dei casi sotto accusa e della vicenda del rinvenimento del proiettile, in allegato a questo articolo anche le due notizie pubblicate sul nostro giornale su questi aspetti della vicenda.

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA A EMILIANO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano al processo Asl: "La cartuccia era per il nostro legale"

BrindisiReport è in caricamento