rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Appalto rifiuti ad Aimeri: Digos al Comune. Il sindaco rinvia il cambio di gestione

Si registra un nuovo colpo di scena nella vicenda riguardante l'affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Il sindaco Consales annuncia di aver rinviato di 24 ore il passaggio di consegne fra Monteco e Aimeri Ambiente, che sarebbe dovuto avvenire domani (25 settembre), poiché Aimeri non disporrebbe dei mezzi necessari per espletare il servizio e avrebbe presentato al Comune una documentazione lacunosa

BRINDISI – Si registra un nuovo colpo di scena nella vicenda riguardante l’affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Il sindaco Consales annuncia di aver rinviato di 24 ore il passaggio di consegne fra Monteco e Aimeri Ambiente, che sarebbe dovuto avvenire domani (25 settembre), poiché Aimeri non disporrebbe dei mezzi necessari per espletare il servizio e avrebbe presentato al Comune una documentazione lacunosa. Peraltro nel pomeriggio è arrivato un ulteriore segnale su quanto la situazione si sia fatta complessa. Lo stesso sindaco ha infatti convocato nei suoi uffici le organizzazioni sindacali. Il motivo di questo incontro potrebbe avere a che fare con una nuova acquisizione di documenti che ha effettuato ieri (23 settembre) la Digos nell’Ufficio Ecologia del Comune.

Gli investigatori diretti dal vicequestore Vincenzo Zingaro hanno acquisito altri atti riguardanti la procedura Ameri, comprese le carte depositate dall’azienda negli ultimi giorni. Questo nuovo sopralluogo della Digos è infatti legato all’indagine, coordinata dal pm Marco D’Agostino, sulla vicenda Aimeri a partire dalla famosa ordinanza contingibile e urgente che Consales firmò per affidare il servizio all’azienda milanese. Non è affatto escluso che ci sia anche questo nuovo segnale di attenzione da parte degli inquirenti nel novero degli elementi che hanno determinato lo slittamento dell'avvio della nuova gestione.

Il primo cittadino, in una nota stampa, spiega quali sono i nodi da sciogliere riguardo il passaggio di cantiere. “Nonostante i numerosi rinvii accordati alla stessa azienda - afferma il sindaco  – ancora oggi non ci sono le condizioni per dar corso agli effetti dell’ordinanza sindacale. Stamane, infatti, i tecnici del Comune, accompagnati dalla polizia municipale, hanno effettuato un sopralluogo presso i locali indicati da Aimeri Ambiente srl per verificare la presenza dei 94 mezzi previsti nel capitolato d’appalto. Ne sono risultati presenti solo 81 e per giunta di questi 14 risultano immatricolati prima del 2009 e quindi in difformità rispetto al Capitolato”. 

“Entro oggi, poi – prosegue Consales  - doveva essere consegnata la polizza assicurativa, ma la copia fornita agli uffici comunali non risulta quietanzata. Allo stato attuale, inoltre, non è stata fornita alcuna garanzia da parte di Aimeri Ambiente srl circa i tempi necessari per dotarsi del numero di cassonetti previsto nel Capitolato”. 

“Sulla base di tali elementi – aggiunge il sindaco – abbiamo deciso di posticipare l’avvio del servizio alle ore 00.1 del 26 settembre 2014. Nel frattempo domattina, alle ore 9, sarà effettuato un ultimo sopralluogo da cui dovrà emergere il totale rispetto degli impegni assunti da Aimeri Ambiente srl con il verbale del 22 settembre 2014 che è condizione essenziale per l’effettivo affidamento del servizio”.

“Non consentirò  - afferma ancora il sindaco - che, anche in presenza di un nuovo gestore, si continui a giocare sulla sicurezza dei lavoratori che passa anche attraverso l’efficienza del parco mezzi.  A scanso di equivoci, in ogni caso – conclude il primo cittadino - preciso che, ove si registri un esito negativo delle verifiche programmate, si procederà eventualmente con l’immediata ricerca di un nuovo gestore a cui affidare il servizio attraverso apposita ordinanza sindacale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalto rifiuti ad Aimeri: Digos al Comune. Il sindaco rinvia il cambio di gestione

BrindisiReport è in caricamento