menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appropriazione indebita, assolto titolare di centro scommesse

"Il fatto non sussiste". Il brindisino era stato denunciato dalla società Stanleybet di Malta: il pm aveva chiesto la condanna a un anno. L'imputato, difeso da Mauro Durante, era accusato di non aver riversato 10mila euro, ma aveva ricevuto un assegno scoperto

BRINDISI – Il titolare di un centro scommesse sportive Stanleybet di Brindisi è stato assolto con formula piena dall’accusa di appropriazione indebita dopo la denuncia sporta dalla società di Malta nell’estate 2014. Il fatto non sussiste, ha sentenziato il Tribunale di Brindisi, in composizione monocratica, giudice Adriana Almiento, a conclusione del dibattimento, accogliendo la richiesta di assoluzione avanzata dal difensore dell’imputato, l’avvocato Mauro Durante. Il rappresentante della pubblica accusa aveva chiesto la condanna a un anno di reclusione, confermando l’impostazione inizialmente contestata dal pm Marco D’Agostino che poi è stato trasferito.

mauro durante-2Dopo la denuncia, il titolare del centro sportivo era stato citato direttamente a giudizio perché “con abuso di relazioni di prestazione d’opera, al fine di procurarsi un ingiusto profitto, si appropriava dell’attrezzatura informatica e audiovisiva della società Stanleybet di Malta, di cui aveva la disponibilità in virtù del contratto sottoscritto il 18 novembre 2013” nonché “delle offerte di gioco denominate V-sport e Live betting e della somma di 10.379,12 euro”. L’importo, secondo l’accusa, spettava alla società maltese “a titolo di profitti conseguiti nei mesi di maggio e giugno 2014 nell’esercizio dei servizi di ricevitoria e raccolta scommesse”. La società Stanleybet Malta Limited non si è costituita parte civile nel processo.

Il difensore dell’imputato, Mauro Durante (nella foto accanto) ha dimostrato che il titolare del centro scommesse non aveva trattenuto nulla. Non aveva potuto pagare la somma perché uno dei clienti gli aveva consegnato un assegno bancario di undicimila euro, dopo una giocata, privo di provvista, tanto è vero che era stata avviata azione legale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento