Cronaca

Quartiere Bozzano: ok del Comune al bocciodromo, "in tempi brevi"

Approvato il progetto da 170mila euro finanziati con mutuo. Non ci sarà bando di gara, ma una procedura negoziata con invito a 12 ditte

BRINDISI – Sembrano diventati maturi i tempi per il bocciodromo che il Comune ha pensato guardando al quartiere Bozzano, nella zona 167: da Palazzo di città è arrivato l’ok al progetto definitivo che comporterà una spesa complessiva pari a 170mila euro. Per coprire il costo, l’Amministrazione ha già presentato istanza per ottenere un mutuo, riconosciuto dalla Cassa depositi e prestiti.

La domanda è stata depositata esattamente un anno fa, a voler essere precisi il 30 dicembre 2014, all’indomani dell’inserimento dell’investimento nel programma delle Opere Pubbliche per il periodo di tempo che va dal 2014 sino al 2016, approvato il 25 settembre di un anno fa dal Consiglio comunale di Brindisi. Quel che mancava era il progetto esecutivo messo a punto dai tecnici dell’amministrazione e approvato ieri dal dirigente del settore Impianti sportivi, Fabio Stefano Lacinio: i lavori a base d’asta ammonta a 148mila euro, a cui si aggiungono altri oneri sino ad arrivare al totale di 170mila euro.

Quando il Comune intende realizzare i lavori? La risposta arriva dalla lettura della determina firmata dal dirigente: “Sono da effettuare in una tempistica breve”, è scritto. E breve sarà la “procedura di affidamento” che per “questa Amministrazione costituisce una soluzione ottimale”. Cosa vuol dire, in altri termini? Che l’Ente non ricorrerà alle procedure ordinarie “considerata l’eccezionalità dei lavori e dei tempi imposti per la loro realizzazione”, per cui la strada seguita sarà quella della “procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara, mediante invito a 12 ditte che sono iscritti nell’elenco degli operatori economici del Comune di Brindisi, secondo il criterio della rotazione e della trasparenza”.

L’aggiudicazione avverrà “mediante criterio del prezzo più basso, offerto sull’importo dei lavori posto a base d’asta”. Il responsabile del procedimento è l’ingegnere Gaetano Padula.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere Bozzano: ok del Comune al bocciodromo, "in tempi brevi"

BrindisiReport è in caricamento