rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Aqp, la Uil: "Brindisi ancora danneggiata"

BRINDISI - Sul rischio di trasferimento a Taranto del compartimento dell’Acquedotto Pugliese di Brindisi, interviene anche la Uil di Brindisi.

BRINDISI - Sul rischio di trasferimento a Taranto del compartimento dell'Acquedotto Pugliese di Brindisi, interviene anche la Uil di Brindisi: "Non si può dall'oggi al domani - spiega il segretario Antonio Licchello - subire scelte di delocalizzazione di aziende pubbliche e private che decidono di spostare la loro presenza senza che vi siano state decisioni condivise e senza avere la possibilità di apprendere le vere motivazioni di tali scelte che danneggiano, sia i lavoratori che i cittadini, che sono coloro che pagano in termini economici e di efficienza dei servizi".

Sul trasferimento dell'Acquedotto, Licchello dice: "E' stata una decisione assunta senza che le parti sociali locali siano state coinvolte. Se si va avanti su questa strada a Brindisi non resterà più nessuna attività di servizio importante che, unita agli altri trasferimenti già avvenuti: Telecom, Banca d'Italia, Esattoria, Direzione provinciale del Tesoro, ecc., privano la nostra città di interlocuzione diretta di questi servizi".

L'interrogativo di Licchello è una sorta di appello: "È possibile che Brindisi debba essere continuamente sottoposta allo svuotamento di attività commerciali, turistiche, produttive, di servizio a favore di altre province a noi vicine? Non abbiamo gli stessi diritti ed interessi degli altri? Questa provincia non ha il diritto di essere protagonista delle sue scelte decisionali ed esprimere proposte di sviluppo economico e sociale da parte della propria classe dirigente? È questo il federalismo di cui tanto si parla? Questo è un modo di fare politica che non condividiamo perché siamo convinti che allontanerà la distanza tra lo sviluppo e la precarietà assoluta, facendo perdere definitivamente il treno del rilancio economico, sociale ed occupazionale, che condannerà in modo irreversibile le future generazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aqp, la Uil: "Brindisi ancora danneggiata"

BrindisiReport è in caricamento