menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arma, a S.Pietro arriva Maci: "Più presenza di forze dell'ordine sul territorio"

Intensificare la presenza di forze dell’ordine sul territorio, infondere sicurezza e fiducia nei cittadini e contrastare la criminalità

SAN PIETRO VERNOTICO – Intensificare la presenza di forze dell’ordine sul territorio, infondere sicurezza e fiducia nei cittadini e contrastare la criminalità. Sono questi alcuni degli interventi a cui darà priorità il nuovo comandante della stazione dei carabinieri di San Pietro Vernotico, il maresciallo maggiore Vincenzo Maci, che dal primo agosto scorso ha preso il posto del parigrado Giuseppe Pisani che aveva retto il comando per sette anni.

Maci, originario di Torre Santa Susanna, viene dal Reparto operativo del Comando provinciale di Brindisi, dove ha ricoperto ruoli nel Nucleo Investigativo prima e nel Nucleo Informativo, poi, portando a termine diverse operazioni. Prima ancora ha guidato per 12 anni, dal 2000, la stazione di Campi Salentina. Prima di Campi ha lavorato nel Reparto operativo di Crotone di Lecce e ha assunto il comando del radiomobile di Mazara del Vallo in Sicilia.

Caserma carabinieri San Pietro

Un carabiniere di strada, quindi, che fonda i principi del suo operato sulla sicurezza e sulla costruzione di un rapporto di fiducia con il cittadino. Per una collaborazione necessaria al contrasto della criminalità.

“Io devo produrre sicurezza sul luogo dove lavoro e per le funzioni che mi vengono date, questo è il concetto su cui si basa il mio operato, creare un rapporto di fiducia con i cittadini, quelli onesti naturalmente, non può che essere il miglior punto di partenza per operare sul territorio”, ha spiegato raggiunto telefonicamente da BrindisiReport. Maci si è già presentato ai vari direttori dell’ufficio postale e delle banche locali mettendosi a totale disposizione.

“Naturalmente si tratta di attività tipiche di tutte le stazioni dei carabinieri, sto solo svolgendo il mio lavoro nel modo che ritengo più utile per il territorio, come ho sempre fatto”. Con un occhio attento anche ai suoi uomini, “Sono del parere che bisogna anche produrre una buona squadra di lavoro e per questo la mia filosofia è anche quella di mettere l’uomo giusto al posto giusto. C’è il carabiniere adatto a lavorare su strada e quello che rende meglio operando negli uffici, anche questo è un aspetto che ci tengo a tenere in considerazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento