menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'appuntanto Angelo Suma con il colonnello De Magistris

L'appuntanto Angelo Suma con il colonnello De Magistris

Arma al servizio dei cittadini: plauso e apprezzamento per tre carabinieri

Un appuntato fuori servizio disarma e arresta un uomo durante lite. Due operatori della centrale operativa sventano suicidio

BRINDISI - Questa mattina, il comandante provinciale dei carabinieri di Brindisi, colonnello Giuseppe De Magistris, ha ricevuto l'appuntato Angelo Suma, in servizio presso la stazione di Carovigno, al quale ha voluto tributare il suo vivo apprezzamento per essere intervenuto, libero dal servizio, nei pressi di un centro commerciale sedando una violenta lite tra due persone e riuscendo a bloccare l'aggressore armato di coltello a serramanico.

Di seguito, viene riportata la motivazione della nota di plauso tributata ai due militari dal Colonnello Giuseppe De Magistris: "Addetto a Stazione distaccata, libero dal servizio e in abiti civili, dando prova di coraggio, spiccata iniziativa, elevata capacità professionale e senso del dovere, interveniva, mentre si trovava nei pressi di un centro commerciale, per sedare una violenta lite tra due persone, riuscendo a bloccare l'aggressore, armato di coltello a serramanico. La provvidenziale azione compiuta ha consentito di trarre in arresto il malvivente e di prestare soccorso alla sua vittima, contribuendo al contempo a esaltare il prestigio e l'immagine dell'Istituzione. Brindisi, 4 aprile 2018".

Foto apprezzamento C.te Prov.le 2-2

Nel corso della sobria cerimonia, il comandante provinciale ha voluto esprimere il suo apprezzamento anche a due operatori della centrale operativa del comando provinciale di Brindisi, gli appuntati scelti qualifica speciale Giuseppe Faggiano e Andrea Linciano. Gli stessi si sono distinti per il coordinamento e la professionalità dimostrata nell'intervento che ha consentito ai carabinieri di Umbertide (Perugia) di rintracciare e trarre in salvo un benzinaio 52enne del luogo, il quale aveva manifestato, tramite i "social", il proprio intendimento suicida. 

I fatti si sono verificati a Umbertide nella serata del 13 marzo, quando il 52enne per mezzo dell'applicativo "messenger" comunicava ad alcuni amici di Brindisi la sua intenzione di suicidarsi. Questi ultimi, appresa la notizia e non sapendo cosa fare, rappresentavano l'intendimento del loro amico ai carabinieri della Centrale Operativa del Comando Provinciale di Brindisi che contattavano immediatamente i Carabinieri di Umbertide i quali intervenivano nell'abitazione del benzinaio attivando contestualmente i soccorsi che coadiuvavano trasportando l'uomo che si era già praticato una serie di ferite da taglio all'avambraccio destro, all'ospedale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

  • Cronaca

    Multata da agente fuori servizio: il giudice annulla la sanzione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento