Cronaca

Arma, perquisizioni e controlli antidroga: quattro arresti per spaccio

Nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio ad “alto impatto" orientato alla prevenzione e repressione dei reati e degli illeciti in genere

BRINDISI – Quattro persone sono state arrestate in flagranza per reati in materia di droga nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio ad “alto impatto” operato dai carabinieri del comando provinciale di Brindisi “orientato alla prevenzione e repressione dei reati e degli illeciti in genere, al fine di assicurare un elevato target di sicurezza”. Oltre 190 militari sono stati impegnati nel particolare servizio con l’ausilio di unità cinofile antidroga dalle 7.30 di martedì 14 fino all’alba di stamane, giovedì 16 agosto. In tutto sono 895 le persone controllate, di cui 120 di particolare interesse operativo.

Brindisi 

Nel capoluogo i carabinieri hanno arrestato e rinchiuso in carcere per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Cosimo Ragusa 46enne del luogo. L’uomo, nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita presso la sua abitazione di campagna, è stato trovato con 30 grammi di “cocaina”, suddivisa in dosi, un bilancino di precisione, sostanza da taglio e vario materiale utile per il confezionamento, oltre alla somma contante di 120 euro, il tutto sottoposto a sequestro.

Fasano

In località Pezze di Greco, i carabinieri, con l’ausilio dell’unità del Nucleo cinofili di Modugno (Ba), arrestato e posto ai domiciliari, sempre per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Ismaele Monopoli, 23enne del luogo. Il giovane in seguito a perquisizione domiciliare, è stato trovato con 83 grammi di “hashish”, suddiviso in dosi, la somma contante di 40 euro, nonché vario materiale utile per il taglio e confezionamento, occultati nel soggiorno della sua abitazione. Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

Erchie

A Erchie è finito in arresto per coltivazione e detenzione sostanza stupefacente fini spaccio, nonché detenzione illegale di munizionamento, Paride Carrozzo, 46enne del luogo. L’uomo, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 18 piante di “marijuana”, dell’altezza di circa 150 cm, coltivate nel giardino di pertinenza della sua abitazione, nonché 25 proiettili di vario calibro e marca, illegalmente detenuti, occultati nell’armadio in camera da letto, il tutto sottoposto a sequestro. Carrozzo, dopo le formalità di rito, è stato condotto nella casa circondariale di Brindisi.

Villa Castelli

A Villa Castelli,  infine i carabinieri hanno arrestato, per coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente ai fini spaccio, Angelo Miccoli, 22enne del luogo. Il giovane, nel corso di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di tre piante di cannabis indica dell’altezza di circa 100 cm, coltivate in vasi di plastica sul terrazzo dell’abitazione, nonché una dose di “hashish” del peso di un grammo, occultata nel comodino posto nella sua camera da letto. Su disposizione dell’Autorità giudiziario è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Il servizio di controllo del territorio operato anche su strada è stato finalizzato anche ad assicurare una cornice di serenità ai cittadini che in considerazione della stagione estiva si riversano sui luoghi di aggregazione, nei locali pubblici e di intrattenimento e nelle piazze per seguire le varie manifestazioni. L’attività preventiva è stata anche rivolta a scongiurare il triste fenomeno degli incidenti stradali, per fare riferimento a tutte quelle persone, soprattutto giovani, che hanno perso la vita sulla strada. Il dispositivo ha anche interessato le contrade rurali dove in passato sono stati rinvenuti autoveicoli e mezzi agricoli oggetto di furto, nonché refurtiva varia ed armi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arma, perquisizioni e controlli antidroga: quattro arresti per spaccio

BrindisiReport è in caricamento