rotate-mobile
Cronaca

Arma, Polizia e Finanza contro la criminalità: perquisizioni e controlli

Vasta operazione interforze ad “alto impatto” per il contrasto alla criminalità in corso nella città di Brindisi, sotto la direzione del prefetto Valerio Valenti

BRINDISI - Vasta operazione interforze ad “alto impatto” per il contrasto alla criminalità in corso nella città di Brindisi, sotto la direzione del prefetto Valerio Valenti. Sono state impiegate oltre 200 unità, tra carabinieri, agenti della Polizia di Stato e militari della Guardia di Finanza, che hanno eseguito 30 perquisizioni domiciliari in diversi quartieri cittadini, nonché controlli alla circolazione stradale, effettuando numerosi posti di blocco e  di controlli alle auto in transito.

conferenza stampa servizio alto impatto-3-2

Le perquisizioni erano finalizzate alla ricerca di armi ma si sono concluse anche con sequestri di droga e due arresti. L'esito dell'operazione è stato illustrato nella mattinata di oggi presso il salone di rappresentanza della Prefettura dove è stata ribadita l'importanza della collaborazione dei cittadini. Più di qualcuno, infatti, avrebbe segnalato alle forze dell'ordine la presenza di pacchi sospetti in alcune zone della città agevolando il lavoro degli investigatori.

IL VIDEO DELLA CONFERENZA

All'incontro con i giornalisti erano presenti il prefetto di Brindisi Valerio Valenti, il comandante del comando provinciale della Guardia di Finanza di Brindisi, il colonnello Pierpaolo Manno, il comandante del comando provinciale dei carabinieri, il colonnello Giuseppe De Magistris e il questore Maurizio Masciopinto. 

nibbio polizia-2

Inoltre, i carabinieri hanno denunciato L.S. 23enne di Brindisi,  trovato in possesso di 16 grammi di hashish e un coltello a serramanico e L.A. 39 anni trovato in possesso di un apparato per intercettazione.

Nel complesso, i 120 militari dell'Arma impiegati nel particolare servizio, hanno eseguito 22 perquisizioni domiciliari e sequestrato 120 BRANDI Giuseppe Raffaele, classe 1955-3grammi di marijuana, 80 grammi di hashish e un bilancino di precisione (rinvenuti nell'androne della scale di un condominio di edilizia popolare), nonché sono state identificate 366 persone e controllati 164 autoveicoli, elevando anche numerose contravvenzioni al codice della strada.

"Cercavamo armi ma abbiamo trovato anche droga e altro materiale interessante dal punto di vista investigativo - ha spiegato De Magistris - purtoppo non escludiamo il fatto che qualcuno preoccupato da questo utilizzo indiscriminato di fucili e pistole voglia armarsi per difendersi e difendere i propri interessi". Mettendo quindi a rischio l'incolumità di gente innocente. I colpi esplosi per strada, come è accaduto negli ultimi tempi, potrebbero colpire persone che nulla hanno a che fare con le bande criminali. Innocenti appunto. 

Le attività sono supportate anche da unità cinofile antiesplosivo e antidroga dell’Arma dei Carabinieri e antidroga della Guardia di Finanza. Inoltre, la città è sorvolata da un elicottero dell’Arma del 6° Nucleo Elinucleo in Bari.

Il video

PONTIERI Alessandro, classe 1975-2Nel corso del servizio interforze disposto dal prefetto Valenti d'intesa con il questore e i comandanti di Carabinieri e Guardia di Finanza, è stato arrestato il Sorvegliato speciale Giuseppe Raffale Brandi 62 anni, uno dei protagonisti dell'indagine e del processo Berat Dia, che si trovava da mesi a piede libero e Alessanro Portieri, 42 anni, già ai domiciliari. 

Brandi è stato trovato in possesso di 25mila euro di cui non ha saputo giustificare la provenienza. Portieri, invece, è stato trovato in possesso di 100 grammi di marijuana, 2 maschere carnascialesche, 3 radio portatili tipo scanner, una mazza da baseball, 5 cartucce calibro 7,65 e una calibro 12. 

Sono state trovate, sempre nel corso delle perquisizioni, quantitativi di sostanze stupefacenti, maschere in lattice e altro materiale che sarà esaminato per accertare eventuali collegamenti con episodi criminosi avvenuti recentemente nella zona di Brindisi o in altri luoghi del territorio provinciale. 

E' grazie alla stretta collaborazione tra Questura, Prefettura, Arma e Guardia di finanza, uniti dall'unico scopo di garantire sicurezza ai cittadini, se gli episodi criminali dei giorni scorso si sono conclusi con arresti e operazioni come quella odierna. Le forze dell'ordine brindisine non intendono abbassare la guardia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arma, Polizia e Finanza contro la criminalità: perquisizioni e controlli

BrindisiReport è in caricamento