Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Viale Aldo Moro

Armati di coltello in due rapinano una gioielleria in pieno giorno: presi

Si è conclusa con l'arresto dei due responsabili una rapina commessa intorno alle 10 di oggi nella gioielleria Giove di viale Aldo Moro a Brindisi. La coppia di malfattori durante la fuga è rimasta bloccata nella cabina di vetro che separa l'interno con l'esterno

BRINDISI - Si è conclusa con l'arresto dei due responsabili una rapina compiuta intorno alle 10 di oggi nella gioielleria Giove di viale Aldo Moro a Brindisi. La coppia di malfattori durante la fuga è rimasta bloccata nella cabina di vetro che separa l'interno con l'esterno. Sul posto si è recata dapprima una pattuglia dell'istituto di vigilanza della Sicuritalia, alla cui sala operativa è giunta la segnalazione di "rapina in corso", e poi gli agenti della Sezione Antidroga della Squadra mobile di Brindisi e dai colleghi della Sezione Volanti. I due, dopo essere stati disarmati, sono stati trasferiti negli uffici della questura per essere arrestati. 20150418_103506-2

Secondo quanto si apprende sarebbero entrati fingendosi clienti, una volta dentro hanno estratto i coltelli e minacciato la titolare. Si sono fatti consegnare i gioielli ma quando sono fuggiti qualcosa è andato storto. La donna è riuscita a bloccare la porta di ingresso con i comandi automatici, i due sono rimasti bloccati nella "porta anti intrusione". Nel frattempo era scattata la richiesta di intervento alla sala operativa dell'istituto di vigilanza collegato con il negozio di preziosi. Sul posto si sono recate le guardie giurate e la polizia. Maggiori dettagli nelle prossime ore.

Aggiornamento - Gli arrestati sono i brindisini Stefano Pennetta, di 27 anni, e Cosimo Margherita, di 34 anni

Aggiornamento ore 12.12 – I banditi sono rimasti bloccati nella porta anti intrusione a seguito della reazione del marito della titolare, che non si è piegato al tentativo di rapina, impugnando una pistola legalmente detenuta. Lo stesso poi ha sbarrato la strada ai malfattori, attivando la chiusura della porta di sicurezza. Nel locale si trovava anche la consorte. Un volta giunti sul posto i poliziotti e i vigilantes, i malfattori si sono arresi, alzando le mani. 

I RETROSCENA - Alcuni giorni fa, Margherita, da quanto appurato dalla polizia grazie alla testimonianza resa dalle vittime, aveva eseguito un sopralluogo presso la gioielleria con il pretesto di far riparare la catenina della propria moglie. 

Stamani, al momento  dell’apertura dell’attività commerciale,  Marghertita, accompagnato da Pennetta, si è presentato nel locale con il pretesto di Margherita-2ritirare la catenina.

Una volta dentro, Pennetta si è diretto velocemente verso il retro-bancone, minacciando la titolare, Barbara Garuccio, con un coltello e cercando di immobilizzarla con della fascette in plastica del tipo da elettricista.

Le urla della donna, nonché le immagini del circuito interno di videosorveglianza del negozio, hanno attirato l’attenzione del marito, Cosimo Giove,  che seppure con difficoltà, avendo una gamba ingessata, è uscito dal retrobottega impugnando un revolver, legittimamente detenuto, e ha messo in fuga i due malviventi (nella foto a destra, Cosimo Margherita).

Contestualmente i poliziotti della Sezione Volante e della Squadra Mobile, già presenti sul posto, sono entrati all’interno del locale bloccando i malviventi, accompagnati poi in questura. Di concerto con il pm di Pennetta-2turno del tribunale di Brindisi, Raffaele Casto, i due, già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati  per tentata rapina aggravata ed eventuali altri reati che verranno ravvisati dalla magistratura.

Come appurato dalla polizia, entrambi avevano adottato l'escamotage di cospargersi le dita delle mani di colla del tipo attack per non rilasciare le impronte digitali. 

“Il capillare controllo del territorio  - si legge in una nota stampa della questura - ha consentito di intervenire nell’immediatezza del fatto sul posto, per cui i malfattori non hanno avuto la possibilità di dileguarsi per le vie cittadine, peraltro affollate di sabato mattina”. (Nella foto a sinistra, Stefano Pennetta)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armati di coltello in due rapinano una gioielleria in pieno giorno: presi

BrindisiReport è in caricamento