menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E dalle macchie della riserva spunta un piccolo arsenale dei trafficanti

Un Kalashnikov Aks, una lupara e un semiautomatico da caccia, in pessimo stato di conservazione, forse abbandonati durante sbarco di marijuana

TORRE GUACETO (Carovigno) - E dalle macchie della riserva naturale di Torre Guaceto spuntano un Kalashnikov, una doppietta trasformata in lupara e un altro fucile da caccia semiautomatico Beretta. Armi rinvenute casualmente, e segnalate subito ai carabinieri, che le hanno sottoposte a sequestro e rimosse. Tutti i pezzi del piccolo arsenale erano in pessimo stato di conservazione, esposti alle intemperie e non, invece, protette in custodie sia pure di fortuna e da strati di olio o grasso. Considerando la vicinanza al mare, e l'azione della salsedine, l'abbandono dei tre fucili non  dovrebbe risalire però a molto tempo fa, ma solo a pochi anni addietro.

Rinvenimento armi Carovigno 1-2Rinvenimento armi Carovigno 3-2Le prime supposizioni non fanno pensare alle armi di un gruppo di rapinatori, bensì a quelle di persone coinvolte nel traffico di marijuana con l'Albania, preposte alla protezione dei carichi sbarcati dai gommoni e alla loro scorta verso "gubbie" situate nell'entroterra. gente costretta ad abbandonare il fucile a canne mozze, il Kalashnikov e il semiautomatico forse perchè sorpresa dall'iruzione delle forze dell'ordine nel luogo di sbarco. Ma non si può escludere, come possibilità secondaria, neppure che queste armi appartengano alla malavita della zona protagonista di azioni criminose come attentati. Tutto è al vaglio dei carabinieri.

Nel dettaglio, i militari intervenuti sul posro, quelli del del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni, hanno recupwerato tra la vegetazione un "Beretta" semiautomatico calibro 12 modello A300 e una doppietta pure del calibro 12 a canne m ozzate, di modello non identificato, e un fucile d'assalto AK–47 "Kalashnikov" in versione Aks (utilizzato dai reparti speciali dei Paesi dell'Est, con canna corta ecalcio pieghevole) con caricatore inserito e 18 cartucce 7,62 tutti con matricola abrasa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento