menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto di Pasquale Giannoccaro

L'arresto di Pasquale Giannoccaro

Rapinatore ucciso da fucilata: arrestati i due complici con l'accusa di omicidio

Si tratta del 23enne Roberto Fantasia e del 29enne Pasquale Giannoccaro, entrambi di Conversano. I due, insieme al complice deceduto, Gaetano Fiorile, avrebbero preso parte alla doppia rapina perpetrata lo scorso 23 gennaio fra Francavilla Fontana e Villa Castelli

FRANCAVILLA FONTANA – Sono stati rintracciati e arrestati i presunti complici del 38enne Gaetano Fiorile, il rapinatore che lo scorso 23 gennaio venne ferito mortalmente da un colpo di fucile dopo aver preso parte a due rapine perpetrate rispettivamente in via Settembrini, a Francavilla Fontana, ai danni di un operatore dell’azienda “Wine Time”, e poi sulla strada provinciale Francavilla Fontana - Villa Castelli, ai danni di una automobilista.

In manette sono finiti il 23enne Roberto Fantasia e il 29enne Pasquale Giannoccaro, entrambi, come Fiorile, di Conversano (Bari). L’arresto è Fantasia-2avvenuto in esecuzione di un fermo di indiziato di delitto emesso dalla procura di Brindisi, al culmine delle indagini eseguite dai carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana al comando del capitano Nicola Maggio e del tenente Roberto Rampino, quest’ultimo a capo del Nucleo operativo radiomobile. 

I due, insieme a Fiorile, il 23 gennaio rubarono una Ford Focus Station wagon utilizzata per la fuga dopo la rapina. L’auto era stata rubata quella mattina all’interno del parcheggio di un affittacamere del luogo, recintato e provvisto di cancello di ingresso. Con quell’autovettura, armati di una doppietta con canna e calciolo mozzati e a volto coperto da passamontagna, speronarono la Peugeut 306 condotta dal dipendente della ditta Win Time, che stava andando in banca a depositare il denaro prelevato dalle slot machine.

La vittima, minacciata con l’arma puntata al volto, era stata costretta a consegnare i soldi, per un valore di circa 29mila euro. Poi per assicurarsi il bottino e la fuga i tre rapinarono, sulla strada che va da Francavilla Fontana a Villa Castelli, una Peugeot 308 di una passante, che venne strattonata e minacciata con l’arma. Entrambi i veicoli furono ritrovati quello stesso pomeriggio: la Focus sulla strada provinciale, nei pressi del punto in cui avvenne la seconda rapina, la Peugeot nel centro di Villa Castelli. 

Le circostanze in cui è stato esploso il colpo di fucile che ferì Fiorile all’addome e al torace, provocando uno schock emorragico che pochi minuti dopo causò il decesso del 38enne presso l’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana, sono ancora da appurare.

Dall’autopsia effettuata ieri (31 gennaio) dal medico legale Antonio Carusi è emerso che l’arma era impugnata da uno dei complici. Per questo i due, oltre al reato di rapina, sono accusati anche dell’omicidio di Fiorile (in basso, la via di Villa Castelli in cui è ststa ritrovata la Peugeot oggetto di rapina). 

carabinieri a francavilla-2-2-2

Gli indagati sono stati rintracciati per le vie di Conversano dai carabinieri della Compagnia di Monopoli in collaborazione con quelli della compagnia di Francavilla Fontana. I due, condotti in caserma a Monopoli per la compilazione degli atti di competenza, sono stati trasferiti presso la casa circondariale di Bari.

I banditi sono stati identificati grazie alla paziente attività di disamina delle immagini riprese da varie telecamere installate per le vie di Francavilla Fontana (fra cui anche quelle di una banca e di un bar). Di grande importanza è stato il supporto fornito dai carabinieri della compagnia di Monopoli, che fin dalle prime battute delle indagini hanno collaborato con i colleghi del comando provinciale di Brindisi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento