menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gettano la cocaina nel water, ma i carabinieri la recuperano

I carabinieri hanno dovuto recuperate dalla rete fognaria parte della sostanza stupefacente gettata nel water dai sospettati, nel corso del blitz in una abitazione di Francavilla Fontana. Ma alla fine i militari hanno arrestato due coniugi

FRANCAVILLA FONTANA – I carabinieri hanno dovuto recuperate dalla rete fognaria parte della sostanza stupefacente gettata nel water dai sospettati, nel corso del blitz in una abitazione di Francavilla Fontana. Ma alla fine i militari hanno arrestato due coniugi, Mario Garganese di 42 anni e Loredana Marinosci di 38 anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di munizioni, detenzione illegale di armi comuni da sparo, detenzione illegale di armi clandestine.

La pistola modificata 2-2Garganese e la moglie, su decisione del pm di turno, si trovano in stato di detenzione domiciliare in attesa dell’udienza di convalida davanti al giudice delle indagini preliminari. La perquisizione nei loro confronti era un servizio evidentemente mirato: i carabinieri della stazione e del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Francavilla Fontana infatti si sono presentati a casa della coppia assieme ad una unità cinofila del nucleo specializzato di Modugno.

Ma, prima che i militari riuscissero ad entrare nell’abitazione, Loredana Marinosci ha raggiunto il bagno gettando nel water un quantitativo imprecisabile di sostanza stupefacente. I carabinieri tuttavia sono riusciti a individuare e raccogliere nella rete fognaria  dell'abitazione, accedendo dal giardino, un involucro sigillato contenente 5,65 grammi di cocaina.

La pistola modificata sequestrata ai coniugi Garaganese-2

In casa c’era anche un’arma, oltre a bilancini e materiale per il confezionamento delle dosi: una riproduzione di una pistola semiautomatica marca Bruni, con canna modificata e matricola abrasa, assieme a due cartucce calibro 9x21 Smith and Wesson e un caricatore, il tutto nascosto nella camera da letto.

L'arma, una scacciacani progettata per l'utilizzo di cartucce a salve, ad un primo esame era in grado di sparare utilizzando munizionamento reale, dopo le modifiche apportate non si sa se dal Garganese o da altre persone. Tutto è stato messo a disposizione del sostituto procuratore che si occupa del caso. Il servizio conclusosi con l'arresto della coppia rientra nell'attività di contrasto allo spaccio di droga nella città di Francavilla Fontana, la terza della provincia di Brindisi, dai carabinieri.

Aggiornamento - Il giudice delle indagini preliminari non ha convalidato gli arresti di Mario Garganese e Loredana Marinosci, disponendone la remissione in libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento