Minacce e ricatti alla madre: arrestato in flagranza dai carabinieri

Pretendeva che l'anziana donna gli consegnasse 5mila euro. I maltrattamenti e le minacce andavano avanti da tre anni

LATIANO – Finisce in galera, grazie all’intervento dei carabinieri della stazione di Latiano, un uomo di 56 anni che stava minacciando gravemente la madre di 77 anni. E’ stata la signora a chiedere l’intervento dell’Arma, dando l’allarme sul numero 112. L’arresto è scattato in flagranza di reato, e al momento la persona sottoposta a misura cautelare dovrà rispondere al giudice delle indagini preliminari di tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia.

I carabinieri, raggiunta l’abitazione della vittima, hanno trovato la stessa in stato di agitazione e il figlio, ancora presente sul posto, che pretendeva la consegna di cinquemila euro dall’anziana madre ed era giunto ad aggredirla fisicamente e a minacciarla di morte. La signora ha poi formalizzato la querela nei confronti del figlio, aggiungendo di essere da tempo (almeno tre anni) vittima di continue richieste estorsive.

I carabinieri hanno ovviamente effettuato una perquisizione a carico dell’uomo.   Nella sua camera da letto sono stati trovati un coltello da cucina con la lama di 14 centimetri  modificata e affilata, poggiato sul comodino;  una pistola ad aria compressa, priva di tappo rosso calibro 4.5, in un cassetto dello stesso mobile, assieme ad un bisturi e ad attrezzi da dentista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento