Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Arrestato l'ex parroco della chiesa di Santa Lucia per abusi su minori

E' stato arrestato stamani dai carabinieri del Norm della compagnia di Brindisi don Giampiero Peschiulli, ex parroco della chiesa di Santa Lucia a Brindisi, colpito da ordinanza di custodia cautelare per abusi sessuali su minori di 14 anni

Don Gianpiero PeschiulliBRINDISI - E' stato arrestato stamani dai carabinieri del Norm della compagnia di Brindisi don Giampiero Peschiulli, ex parroco della chiesa di Santa Lucia a Brindisi, colpito da ordinanza di custodia cautelare per abusi sessuali su minori di 14 anni, circostanze aggravate dall'abuso di autorità. I casi accertati sono due, ma gli inquirenti hanno rilevato una “tendenza morbosa nei confronti di minori”. Il sacerdote, che si era autosospeso tempo fa, è stato assegnato agli arresti domiciliari.

Il caso era scoppiato nell'autunno dello scorso anno, dopo un blitz delle Iene a Brindisi, a settembre, quando tre attori della popolare trasmissione avevano simulato di essere giovani in crisi spirituale, chiedendo supporto a don Giampiero e riprendendo poi di nascosto presunte profferte di natura sessuale, regolarmente mandate in onda. Il 28 ottobre i carabinieri si erano recati in parrocchia per sequestrare il pc del sacerdote e altro materiale utile alle indagini.

Dietro l'inchiesta c'erano presunti episodi di abusi sessuali su giovanissimi parrocchiani, datati in alcuni casi 2001, tuttavia malgrado le voci insistenti e il malessere serpeggiante tra una parte dei frequentatori della chiesa di Santa Lucia, di denunce formalizzate all'epoca pare non ve ne fossero.

LE ACCUSE - Peschiulli si trova ristretto in regime di domiciliari presso la sua abitazione, dove stamani gli è stato notificato il provvedimento emesso dal gip Tea Verderosa, su richiesta del pm Giuseppe De Nozza. Il parroco è accusato di aver abusato sessualmente di due chierichetti che avevano meno di 14 anni. I fatti, da quanto appurato dagli investigatori, si sarebbero verificati all’interno della chiesa di Santa Lucia. 

La prima vittima avrebbe subito per cinque anni, fino al 2012. Il prete, poco prima di servire messa o subito dopo la fine della funzione, pare costringesse il minorenne a sottostare a una serie di atti, fra cui: dare baci sulle guance; farsi baciare dal ragazzo sulle guance; abbracciarlo dopo averlo tirato con forza a sé; dargli la mano incrociando le sue dita con quelle della mano del ragazzo; accarezzargli le cosce e le braccia. 

In due occasioni (la prima mentre il ragazzo era seduto davanti a lui per confessarsi, la seconda mentre si accingeva a prelevare il calice e i paramenti sacri dal luogo in cui erano riposti), inoltre, il parroco avrebbe infilato le mani nelle mutande del chierichetto, palpeggiandogli il sedere. E poi avrebbe anche preso il capezzolo sinistro del malcapitato, stringendolo fino al punto da provocargli forte dolore.

La seconda vittima avrebbe subito abusi per quattro anni, fino all’ottobre del 2014. Anche in questo caso, subito prima o subito dopo la funzione religiosa, il prete dava baci sulle guancia del ragazzo, gli palpeggiava le cosce, lo tirava a sé con forza e gli accarezzava il petto dopo avergli messo le mani sotto alla camicia. 

LA REAZIONE DELLA CURIA - Si riporta di seguito una nota stampa della curia sull'arresto di don Peschiulli.

"In seguito agli sviluppi del procedimento penale che ha coinvolto un parroco della città di Brindisi,  l’Arcivescovo mons. Caliandro,  sulla base degli elementi  finora emersi, manifesta anzitutto la sua sincera partecipazione alla sofferenza di chi ha subito azioni riprovevoli.  Ove accertati fatti del genere, la ferita inferta alla  dignità umana e cristiana delle vittime è veramente grave, ancor più se proviene da chi avrebbe dovuto custodirle e  farle crescere nel bene. Se un sacerdote  cade in questi comportamenti tradisce la sua missione".

"Ciò è motivo di grande tristezza per tutti.  A maggior ragione l’Arcivescovo invita  i fedeli a intensificare la preghiera e l’impegno affinchè il male non abbia mai l’ultima parola.  Al tempo stesso desidera incoraggiare le singole comunità cristiane della diocesi, dove tanti   sacerdoti, fedeli alle loro promesse, danno la vita ogni giorno per il bene delle anime".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato l'ex parroco della chiesa di Santa Lucia per abusi su minori

BrindisiReport è in caricamento