menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Furto di energia elettrica da 80mila euro: arrestato un ristoratore

Il titolare di un ristorante di Ostuni avrebbe allacciato abusivamente il locale alla rete pubblica. Lo hanno scoperto i carabinieri e personale Enel nel corso di un controllo

OSTUNI – Stavolta è un ristoratore di Ostuni a finire nei guai per furto di energia elettrica. Il 50enne L.P., da quanto accertato dai carabinieri, avrebbe sottratto all’Enel ben 80mila euro fra il febbraio 2014 e il febbraio 2017, attraverso la manomissione del contatore con un allaccio alla rede elettrica. L’energia consumata illecitamente sarebbe pari a 290mila chilowatt ora.

I carabinieri della locale stazione sono giunti sulle tracce del ristoratore ostunese nell’ambito di specifici accertamenti. Nella giornata di ieri (9 fennraio) le forze dell’ordine, con ausilio di personale dell’Enel, hanno effettuato un controllo presso il ristorante, scoprendo l’allaccio abusivo. Il 50enne dunque, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato arrestato in regime di domiciliari. 

Con questa operazione salgono a 12 gli arresti per furto di energia elettrica operati dai carabinieri del comando provinciale di Brindisi dall’inizio del 2017. I danni accertati superano i 178mila euro ma soprattutto i rischi di elettrificare gli arredi pubblici sono molto alti con rischi enormi per l’incolumità delle persone. Nel 2016, sono state 84 le persone arrestate, per un danno stimato ammontante a oltre 1.200.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento