rotate-mobile
Cronaca Carovigno

Arresti a Ceglie, denunce a Carovigno

Due arresti a Ceglie Messapica, e due denunce a Carovigno nell'ambito di quattro distinte operazioni condotte dai carabinieri dipendenti dalla compagnia di San Vito dei Normanni. Non è bastata la restrizione agli arresti domiciliari per il 44enne Leonardo Ciciriello di Ceglie Messapica. Anche a casa ha continuato a delinquere, ma questa volta per un altro tipo di reato rispetto a quello per cui era finito ai domiciliari: picchiava la moglie.

Due arresti a Ceglie Messapica, e due denunce a Carovigno nell'ambito di quattro distinte operazioni condotte dai carabinieri dipendenti dalla compagnia di San Vito dei Normanni. Non è bastata la restrizione agli arresti domiciliari per il 44enne Leonardo Ciciriello di Ceglie Messapica. Anche a casa ha continuato a delinquere, ma questa volta per un altro tipo di reato rispetto a quello per cui era finito ai domiciliari: picchiava la moglie.

Così i carabinieri della locale stazione lo hanno ammanettato, in esecuzione di ordine di revoca della misura della detenzione domiciliare emesso dall'Ufficio di sorveglianza di Lecce. Dopo le formalità di rito, l'arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Brindisi.

Sempre a Ceglie Messapica i militari dell'Arma hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dall'Ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Brindisi, Rocco Cucci, 46enne del luogo. L'uomo deve espiare la pena di un anno per il reato di resistenza a pubblico ufficiale per fatti avvenuti ad aprile dell'anno scorso.

A Carovigno i carabinieri della locale stazione di hanno denunciato a piede libero un 53enne del posto, P. Z., perché resosi responsabile di guida di autovettura in stato di ebbrezza alcolica. L'uomo, malgrado fosse sotto l'effetto dell'alcol, si era messo alla guida della propria Fiat Panda provocando un incidente stradale con feriti. Come accertato nell'ospedale di Brindisi, il suo tasso alcolemico è risultato pari a 2.5 g/l. Al 53enne è stata ritirata la patente di guida e sequestrata l'auto.

Sampre a Carovigno il 32enne D.P.D, di Brindisi, trovato in possesso di un navigatore rubato, è stato denunciato a piede libero per il reato di ricettazione. Il brindisino è stato sorpreso durante un controllo alla circolazione stradale. Nel corso di perquisizione veicolare, i militari, hanno trovato a bordo della sua auto un navigatore satellitare risultato rubato alcuni giorni prima in Carovigno. L'oggetto è stato successivamente restituito al legittimo proprietario.

Infine tra Carovigno, Ceglie Messapica e Latiano sono state avanzate 5 proposte per l'applicazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio. Due a Carovigno, due a Latiano e 1 a Ceglie Messapica le proposte per l'applicazione della misura di prevenzione nei confronti di altrettante persone che, già gravate da pregiudizi penali, si trovavano, senza giustificato motivo, fuori dai propri Comuni di residenza.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti a Ceglie, denunce a Carovigno

BrindisiReport è in caricamento