Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Controlli e perquisizioni nel Brindisino: due arresti

Ai domiciliari un 28enne di Ceglie per oltraggio a pubblico ufficiale, in carcere un 69enne di Brindisi condannato per spaccio

BRINDISI - Controlli e perquisizioni dei carabinieri tra Brindisi e i comuni della provincia: due persone sono state arrestate nelle ultime ore.

Ceglie Messapica

I militari hanno scoperto che un 28enne di Ceglie Messapica, Francesco Pio Morelli, sottoposto agli arresti domiciliari e autorizzato a recarsi in Brindisi da uno studio medico, ha violato le prescrizioni accompagnandosi con soggetti pregiudicati. Sono state accertate, inoltre, due soste non consentite. Alle contestazioni si è scagliato contro i militari con frasi minacciose e intimidatorie nei loro confronti e per questo è stato arrestato e ricondotto ai domiciliari.

Morelli venne arrestato il 20 gennaio scorso dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni, per detenzione al fine di spaccio di stupefacente:  23 dosi di cocaina, comunemente dette “cipolline” per un peso di 7 grammi e una dose di hashish di 2 grammi. 

Brindisi

A Brindisi i carabinieri della stazione di Brindisi Casale, hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione nei confronti di Giuseppe De Simone, 69enne del luogo. L’uomo deve espiare la pena residua di 1 anno, 10 mesi e 23 giorni di reclusione per i reati di detenzione al fine di spaccio di stupefacente in concorso.

I Il 18 febbraio del 2017 venne arrestato sulla litoranea di Brindisi all’altezza di via Punta Penne, alla guida di un furgone cassonato mentre procedeva a bassa velocità. All’interno furono rinvenuti 49 involucri di marijuana bagnati e sporchi di sabbia, per un peso complessivo di circa 10 quintali. Condannato alla pena di anni 3 e mesi 2 di reclusione a seguito di patteggiamento, 1 anno e 3 mesi di reclusione sono stati già espiati in custodia cautelare e agli arresti domiciliari. Pertanto, espletate le formalità di rito è stato condotto in carcere.

San Michele Salentino

A San Michele Salentino i carabinieri della stazione hanno rintracciato un ragazzo di 13 anni che si era allontanato, un'ora prima, da una comunità. L'attività di ricerca è stata condotta dai carabinieri coordinati dalla centrale operativa del Comando Provinciale di Brindisi,  supportati dai militari di rinforzo fatti giungere dalla Compagnia di San Vito dei Normanni e dalle Stazioni Carabinieri. Il minore è stato trovato in contrada Archivecchi, nelle adiacenze della strada provinciale 48. Lo stesso è in buono stato di salute ed è stato riaccompagnato nuovamente nella comunità affidataria dove è stato accolto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli e perquisizioni nel Brindisino: due arresti

BrindisiReport è in caricamento