Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Due arresti per condanne definitive e uno per furto di energia elettrica

Due arresti su ordine di carcerazione per condanne andate in giudicato, ed uno in flagranza per furto aggravato di energia elettrica costituiscono il bilancio dell'attività dei carabinieri in tre località della provincia di Brindisi: San Pietro Vernotico, Francavilla Fontana e Ceglie Messapica

Due arresti su ordine di carcerazione per condanne andate in giudicato, ed uno in flagranza per furto aggravato di energia elettrica costituiscono il bilancio dell’attività dei carabinieri in tre località della provincia di Brindisi: San Pietro Vernotico, Francavilla Fontana e Ceglie Messapica.

I carabinieri della stazione di San Pietro Vernotico hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale presso la Corte di Appello di Lecce, nei confronti di A. S., 42nne del luogo, il quale deve espiare la pena residua di 5 mesi mesi e 20 giorni di reclusione per il reato di tentata estorsione commesso nell’anno 2003. Dopo le formalità di rito, A.S. è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

I carabinieri della stazione di Francavilla Fontana, invece, hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dall'Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Brindisi, nei confronti di Pietro Di Summa, 26 anni, già detenuto agli arresti domiciliari. Di Summa deve scontare un cumulo pena di 5 anni, 6 mesi e 20 giorni di reclusione, per reati che vanno dal concorso in furto aggravato, alla violazione degli obblighi della sorveglianza speciale, alla ricettazione e alle lesioni personali aggravate, fatti commessi a Francavilla Fontana fra il 2014 e 2016. Pietro Di Summa è stato traferito dai militari alla casa circondariale di Brindisi.

Infine, i carabinieri della stazione di Ceglie Messapica, nel corso di un servizio di supporto ad una squadra di tecnici Enel, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per furto aggravato di energia elettrica R.T. di 71 anni. L’uomo aveva eseguito un allaccio abusivo dell'impianto elettrico della sua abitazione alla rete di pubblica distribuzione sottraendo energia per un valore ancora in via di quantificazione. Su disposizione del pm di turno, l’interessato è stato posto agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due arresti per condanne definitive e uno per furto di energia elettrica

BrindisiReport è in caricamento