menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoltellamento in un bar: un uomo arrestato per tentato omicidio

Individuato il responsabile di una violenta aggressione con una bottiglia di vetro avvenuta la notte del 21 gennaio in un bar di Carovigno. Si tratta del cittadino albanese Marvin Strazmiri, 40 anni

CAROVIGNO – Era irreperibile dallo scorso 2 marzo. E’ stato rintracciato e arrestato in provincia di Padova il presunto responsabile dell’accoltellamento avvenuto la notte del 21 gennaio in un bar di Carovigno. Si tratta del cittadino albanese Marvin Strazmiri, 40 anni, già noto alle forze dell’ordine. L'uomo deve rispodere del reato di tentato omicidio. 

L’uomo è stato fermato dai poliziotti della squadra Mobile della questura di Brindisi al comando del vicequestore Rita Sverdigliozzi e dai colleghi del commissariato di Ostuni diretti dal vicequestore Gianni Albano, in collaborazione con l'Arma dei carabinieri, al culmine di una intensa attività investigativa. Lo scorso 2 marzo lo straniero era stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Brindisi, su richiesta del pm, al culmine delle indagini condotte dalla polizia. 

La notte del 21 gennaio, l’indagato, da quanto appurato dagli inquirenti, avrebbe più volte colpito un uomo con una bottiglia di vetro rotta, provocandogli gravi ferite al volto che resero necessario un intervento chirurgico in Otorino-laringoiatria. 

Grazie alle immagini riprese dalle telecamere e a una serie di accertamenti tecnico investigativi, i poliziotti nel giro di pochi giorni hanno identificato il presunto accoltellatore. Nei giorni successivi il bar venne chiuso per 15 giorni per ragioni di Ordine e di sicurezza Pubblica, con provvedimento del questore di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento