Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Due chili di cocaina nel cestello della bici: bloccato dalla Finanza

Un piccolo imprenditore di San Donaci, incensurato, arrestato giovedì pomeriggio dal Gico della Guardia di finanza di Lecce

Foto di repertorio

SAN DONACI – Aveva nascosto poco più di 2 chili di cocaina pura nel cestello della bici, ma la pedalata è stata interrotta dai finanzieri. Il 47enne Vincenzo Preste, piccolo imprenditore di San Donaci, incensurato, è stato arrestato in flagranza di reato dalle fiamme gialle del Gico (Gruppo d'investigazione sulla criminalità organizzata) di Lecce. E’ accaduto a San Donaci nel pomeriggio di ieri (giovedì 25 febbraio). L’uomo procedeva a bordo della sua bicicletta quando i militari lo hanno intercettato, per sottoporlo a un controllo. Dopo un breve tentativo di fuga, il 47enne è stato bloccato e perquisito. 

Avvocato Roberto Orsini-2

Nel cestello è stata recuperata la sostanza stupefacente: oltre due chili di polvere bianca il cui valore, stando alle attuale “quotazioni” sul mercato dello spaccio, potrebbe superare i 70mila euro. Difeso dall’avvocato Roberto Orsini (foto in alto), Preste si presenterà davanti al gip del tribunale di Brindisi per l’interrogatorio di convalida dell’arresto. Deve rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due chili di cocaina nel cestello della bici: bloccato dalla Finanza

BrindisiReport è in caricamento