Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Nascondeva in casa più di 700 grammi di droga: il gip scarcera un brindisino di 19 anni

Trovato in possesso di hascisc e marijuana, il giovane ammette le sue responsabilità. Il giudice convalida l'arresto e respinge la richiesta di misura cautelare avanzata dal del pm

BRINDISI – Nascondeva in casa oltre 770 grammi di droga, fra hascisc e marijuana. Dopo un paio di giorni trascorsi in carcere, un brindisino di 19 anni (V.Q. le iniziali del suo nome), riottiene la libertà. La scarcerazione è stata disposta stamattina (giovedì 10 agosto) dal gip del tribunale di Brindisi, Valerio Fracassi, contestualmente alla convalida dell’arresto in flagranza di reato effettuato martedì scorso (8 agosto) dai carabinieri del Nor della compagnia di Brindisi.

La perquisizione e l'arresto

V.Q. risiede al rione Sant’Elia. Nella giornata di martedì i militari hanno notato il 19enne davanti al portone del suo condominio. Il giovane si trovava a bordo di un’auto in sosta, intento a dialogare con un’altra persona. Accortosi della presenza della pattuglia, il ragazzo si è diretto verso casa, portando con sé una busta di carta per alimenti. A quel punto i militari, nutrendo dei sospetti sul contenuto dell’involucro, lo hanno bloccato e sottoposto a perquisizione sia personale che domiciliare. 

La busta, in realtà, conteneva solo del cibo. E' nella camera da letto, nascosti all’interno di un marsupio, che i carabinieri hanno recuperato 767 grammi di hascisc suddivisi in panetti e vari pezzi, oltre a 1,40 grammi di marijuana. Di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, l’indagato è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'interrogatorio

Stamattina, assistito dagli avvocati Paolo Valzano e Massimo di Summa, il 19enne si è presentato davanti al gip Fracassi, nell’ambito dell’interrogatorio di convalida. V.Q. ha ammesso le proprie responsabilità. Il giudice, non ravvisando la sussistenza né delle esigenze cautelari né del pericolo di reiterazione, tenuto conto anche della fedina penale immacolata del ragazzo, ha disposto l’immediata liberazione, rigettando l’istanza di custodia cautelare in carcere avanzata dal pm. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondeva in casa più di 700 grammi di droga: il gip scarcera un brindisino di 19 anni
BrindisiReport è in caricamento