Ai domiciliari trovato lontano dal luogo dove era autorizzato a lavorare

Un 30enne è stato arrestato dai carabinieri per evasione durante un controllo dei carabinieri

BRINDISI – Ai domiciliari con l’autorizzazione di recarsi nei terreni del padre per lavorare è stato trovato in un luogo lontano dagli stesi. Un 30nne di Brindisi, Pizzolante Salvatore è stato arrestato dai carabinieri per evasione. I militari del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Brindisi, nell’ambito di alcuni controlli nelle zona periferiche della città, hanno sorpreso il 30enne in  contrada Gonella nei pressi di una casa rurale. Alla vista dei militari l’uomo ha cercato di allontanarsi, tentando di recarsi nel retro del fabbricato. Fermato non ha saputo fornire giustificazioni plausibili per cui non si trovava nei terreni del padre.

L’arrestato, che è gravato da una serie di censure di natura penale per reati contro la persona e il patrimonio, era stato in precedenza sottoposto agli arresti domiciliari e autorizzato dal magistrato a recarsi a lavoro nelle proprietà di famiglia, distanti circa 700/800 metri dal luogo in cui è stato fermato. E’ stato nuovamente posto ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento