Furto di energia elettrica da 5mila euro: arrestato e subito rilasciato

Un 62enne aveva collegato la sua abitazione alla rete Enel tramite un allaccio abusivo. Martedì il controllo dei carabinieri

foto di repertorio

MESAGNE – Gli elettrodomestici erano in funzione e il lampadario era acceso, nonostante il contatore fosse fuori uso. Un 62enne di Mesagne aveva allacciato la sua abitazione alla rete elettrica tramite un by pass, rubando energia elettrica per un importo complessivo di quasi 5mila euro. L’uomo è stata arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della locale stazione e subito rilasciato. Il controllo è stato effettuato nella giornata di martedì (2 giugno). 

I militari hanno appurato che oltre al frigorifero, anche una lavatrice, due televisori e un asciugacapelli erano in funzione.  Di fronte a tale situazione, è stato chiesto l’intervento del verificatore Enel coadiuvato da due tecnici, i quali si sono attivati per la loro parte di competenza. 
La verifica effettuata ha sortito esito positivo: è stato riscontrato un allaccio diretto (by-pass) a monte del misuratore.

Tale allaccio ha danneggiato in maniera irreparabile il cavo di alimentazione Enel, permettendo il prelievo di energia elettrica senza essere misurata. Gli accertamenti hanno anche verificato che l’erogazione risulta cessata dal giugno 2016. Si è accertato, pertanto, che la manomissione era stata effettuata a circa 10 centimetri dal misuratore, il furto ha determinato un consumo quantificato in  5mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Doppio inseguimento e lancio di chiodi dopo assalto a bancomat

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Operaio investito: un collega insegue auto pirata e la blocca

Torna su
BrindisiReport è in caricamento