Cronaca

Azzerato ogni rischio: subito in carcere per violenze alla compagna

Pm e gip ordinano alla Squadra mobile l'immediato arresto di un brindisino dopo la denuncia della donna

BRINDISI – Un brindisino è stato arrestato mercoledì 2 gennaio dalla Squadra mobile per maltrattamenti, lesioni personali e anche sequestro di persona su denuncia della sua ex compagna, che ha subito queste forme di violenza sino al mese di dicembre. Nei confronti dell’uomo il magistrato inquirente della procura ha infatti chiesto e ottenuto dal giudice delle indagini preliminari una misura cautelare adeguata ai rischi che la situazione comportava, quindi la custodia in carcere.

A supporto della decisione dell’autorità giudiziaria, le indagini condotte dalla Sezione reati contro la persona, sessuali e in danno di minori della stessa Squadra mobile brindisina, che ha cercato e trovato i necessari riscontri alle vicende esposte dalla vittima. Tra queste, anche una momentanea limitazione della libertà personale della donna, bloccata in casa sino a quando non è riuscita a raggiungere la porta dell’appartamento e a fuggire.

Valutando l’intero quadro della situazione, il giudice delle indagini preliminari ha ordinato alla polizia di rintracciare al più presto il presunto autore delle violenze, allo scopo di azzerare ogni rischio per la vittima, e ne ha disposto come già detto la traduzione in carcere, compito eseguito nella stessa giornata di ieri dagli investigatori della Sezione reati contro la persona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azzerato ogni rischio: subito in carcere per violenze alla compagna

BrindisiReport è in caricamento