Servizi dell'Arma: quattro persone denunciate e una arrestata

Controlli e interventi dei carabinieri a Brindisi, Torchiarolo, San Pancrazio Salentino, San Donaci e Fasano

Brindisi: sorpreso alla guida senza patente, denunciato

I carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Brindisi hanno denunciato in stato di libertà un 34enne del luogo, per reiterazione nella guida senza patente. L’uomo, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, è stato sorpreso alla guida di un’autovettura sprovvisto della prescritta patente perché mai conseguita, e risultando recidivo: la stessa infrazione gli era stata già contestata l’1 dicembre 2018. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo e affidato al proprietario.

Torchiarolo: carcasse di auto bruciate tra gli ulivi

I carabinieri della stazione di Torchiarolo, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà un 46enne del luogo per gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi. I militari hanno accertato che l’uomo aveva lasciato abbandonate tre autovetture su un terreno agricolo adibito a uliveto, realizzando un deposito incontrollato di rifiuti; i mezzi, lo scorso 4 giugno, sono stati completamente distrutti dalle fiamme, a seguito di un incendio di sterpaglie. L’area è stata sottoposta a sequestro penale.

San Pancrazio Salentino: ordine di carcerazione per droga

I carabinieri della stazione di San Pancrazio Salentino hanno eseguito un ordine di espiazione pena in regime di detenzione domiciliare nei confronti di Pasquale Cozza, 49enne del luogo, già detenuto nella propria abitazione. L’uomo deve scontare due anni di reclusione per il reato di detenzione di cocaina ai fini di spaccio, commesso il 18 giugno 2019.

Violazioni norme sul lavoro: due denunciati

I carabinieri del comando provinciale di Brindisi, a conclusione di servizi straordinari di controllo delle attività produttive, industriali e commerciali, eseguiti dall’8 al 14 giugno, hanno denunciato in stato di libertà due persone.

Una imprenditrice di 38 anni di San Donaci è stata deferita per violazione delle norme in materia di tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, omettendo di effettuare la valutazione dei rischi aziendali, di designare il responsabile del servizio di prevenzione e protezione aziendale e di sottoporre il personale dipendente alla sorveglianza sanitaria per l’idoneità delle mansioni svolte.

Un imprenditore 30enne di Fasano, poiché, in qualità di datore di lavoro non ha informato il proprio dipendente circa i rischi per la sicurezza e la salute connessi all’attività lavorativa, omettendo altresì di elaborare compiutamente il documento di valutazione dei rischi, è stato denunciato per le stesse violazioni. Nel complesso, i carabinieri hanno controllato 18 aziende e identificato 64 persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento