Sorpreso con 126 grammi di cocaina: brindisino dal carcere ai domiciliari

Il 36enne Damiano Licciulli arrestato venerdì nel suo appartamento in piazza Raffaello, a seguito di una perquisizione

foto di repertorio

BRINDISI – Aveva nascosto 126 grammi di cocaina sotto al piano cottura della sua abitazione. Il 36enne Damiano Licciulli, di Brindisi, già noto alle forze dell’ordine, lascia il carcere e torna a casa in regime di domiciliari. L’uomo, difeso dall’avvocato Mauro Durante, era stato arrestato in flagranza di reato nella serata di venerdì (18 dicembre), dai poliziotti della Squadra Mobile della questura di Brindisi. Gli agenti, nutrendo dei sospetti su un suo coinvolgimento in attività di spaccio, si sono recati intorno alle ore 20 presso l’appartamento di Licciulli in piazza Raffaello, al rione Sant’Elia.

Il 34enne non era in casa. Contattato dalle forze dell’ordine, si è recato sul posto, aprendo la porta. L’immobile, sottoposto a lavori di ristrutturazione, è stato perquisito con cura. Sotto al piano cottura, la polizia ha recuperato 20 involucri di cellophane contenenti circa 5 grammi di cocaina l’uno e altri due involucri contenenti circa 10 grammi l’uno della stessa sostanza stupefacente, oltre a 13 grammi di sostanza da taglio e materiale utile per il confezionamento. A quel punto Licciulli è stato condotto presso gli uffici della Mobile. Da lì, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato trasferito presso la casa circondariale in via Appia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Avvocato Mauro Durante-5

Nel pomeriggio di ieri (sabato 19 dicembre), davanti al giudice monocratico Simone Orazio, si è svolto l’interrogatorio di convalida dell’arresto. Il pm, tenuto conto anche dei precedenti dell’indagato, aveva chiesto la misura cautelare in carcere. Il giudice, invece, accogliendo l’istanza dell’avvocato Durante (foto in alto), nel convalidare l’arresto, ha disposto la misura dei domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento