Droga e soldi di dubbia provenienza nella camera da letto: un arresto

Subito rilasciato un 46enne sorpreso con 20 grammi di marijuana e materiale per il confezionamento, durante una perquisizione

LATIANO – Nascondeva in camera da letto 20 grammi di marijuana. E’ stato arrestato e subito rilasciato un 46enne originario di Mesagne, residente a Latiano. L’uomo nel pomeriggio di ieri (martedì 21 gennaio) ha ricevuto la visita dei carabinieri della stazione di Latiano, che hanno sottoposto l’abitazione a perquisizione. I militari hanno ritrovato 20 grammi di marijuana, 240 euro in banconote di vario taglio ritenute provento di attività illecita, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e, concluse le formalità di rito, è tornato libero. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento