rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Mesagne

Tentavano di rubare un cancello ma la vittima chiama la polizia: arrestati

Pensavano di poter agire indisturbati, nella solitudine delle campagne di contrada Argiano (Mesagne). Ma non avevano fatto i conti con la vittima, che li ha colti sul fatto e ha chiamato la polizia. Così sono stati arrestati due mesagnesi che tentavano di rubare il cancello di un terreno privato. Si tratta di Giuseppe D'Errico, 25 anni, e Giampaolo Esperte, 26 anni

MESAGNE – Pensavano di poter agire indisturbati, nella solitudine delle campagne di contrada Argiano (Mesagne). Ma non avevano fatto i conti con la vittima, che li ha colti sul fatto e ha chiamato la polizia. Così sono stati arrestati due mesagnesi che tentavano di rubare il cancello di un terreno privato. Si tratta di Giuseppe D’Errico, 25 anni, incensurato, e Giampaolo Esperte, 26 anni, già noto alle forze dell’ordine. Il furto è stato sventato intorno alle 12,30 odierne.

Il proprietario dell’appezzamento finito nel mirino dei malfattori era ancora al lavoro nei pressi della sua azienda agricola. I ladri non lo avevano notato. Erano convinti di essere da soli. Questi hanno raggiunto l’obiettivo a bordo di un’auto, sono scesi dal mezzo e hanno iniziato a rimuovere i bulloni dal cancello: una pesante struttura metallica a due ante, alta circa sei metri. Non appena questa è caduta per terra, pronta per essere caricata nel veicolo, l’imprenditore ha chiesto l’intervento della polizia attraverso il 113.

Sul posto sono subito giunte due pattuglie della Sezione volanti del locale commissariato diretto del vicequestore Rosalba Cotardo. E per i ladri non c’è stato scampo. I due sono stati bloccati e condotti verso lo stesso commissariato. Una volta espletate le formalità di rito, i fermati, di concerto con il pm di turno della Procura di Brindisi, sono stati accompagnati a casa in regime di domiciliari. Dovranno rispondere furto aggravato da violenza sulle cose ed esposizione alla pubblica fede. Gli attrezzi utilizzati per smontare il cancello sono stati posti sotto sequestro.

Sempre i poliziotti del commissariato di Mesagne, intorno alla mezzanotte e 50 dello scorso 8 maggio, hanno sorpreso un giovane del posto, già noto alle forze dell’ordine per rapina, con un’arma giocattolo da soft – air (un fucile mitragliatore privo del prescritto tappo rosso) e una pistola giocattolo anch’essa con l’estremità a brasa e relativo caricatore. Il tutto è stato posto sotto sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentavano di rubare un cancello ma la vittima chiama la polizia: arrestati

BrindisiReport è in caricamento