Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Arriva il circo Togni: il sindaco riprende la crociata animalista al fianco di Aidaa

Il sindaco Mimmo Consales rilancia la battaglia contro il circo con gli animali, attraverso una nota stampa in cui annuncia che domani (5 febbraio) parteciperà a una manifestazione organizzata dall'Aidaa. La crociata del primo cittadini iniziò nel settembre del 2013, quando una giraffa fuggita dal circo Orfei ad Imola, morì per le strade cittadine

BRINDISI – Il sindaco Mimmo Consales rilancia la battaglia contro il circo con gli animali, attraverso una nota stampa in cui annuncia che domani (5 febbraio), alle ore 17, parteciperà a una manifestazione organizzata dall’Aidaa nel parcheggio del centro commerciale "Ipercoop Le Colonne", in occasione dello spettacolo d'esordio del circo di Livia Togni . La crociata del primo cittadini iniziò nel settembre del 2013, quando una giraffa fuggita dal circo Orfei ad Imola, morì per le strade cittadine.

Sull’onda dello sdegno per tale avvenimento, Consales emise un’orindanza per vietare il circo con gli animali a Brindisi” perché fermamente convinto – si legge nella nota del sindaco - che non ci fosse nulla di divertente e che fosse fortemente diseducativo mostrare ai nostri bambini degli animali umiliati in catene, privati della libertà e della loro dignità, costretti ad eseguire degli ordini contro natura”.

Il Circo Orfei ricorse al Tar contro l’ordinanza sindacale, la cui efficacia venne sospesa. Questo diede il via libera alla famiglia Orfei per piazzare il tendone dello spettacolo “Darix presenta Orfei” nel piazzale dell'Ipercoop, con l’esibizione di animali. Una rovente polemica contrappose le associazioni animaliste locali ai circensi. Lo stesso Consales prese parte a un sit-in di protesta indetto dall’Aidaa, a pochi passi dal tendone. 

“Ma sono tuttora convinto – prosegue Consales - di voler portare avanti questa battaglia di civiltà. Una battaglia che non conduco solo da sindaco, ma da privato cittadino. Sono fermamente convinto che sia necessario informare e far riflettere i miei concittadini su quali soprusi sugli animali ci siano dietro le quinte di uno spettacolo circense; per questo sarò al fianco dell’associazione Aidaa nella manifestazione di protesta che si terrà il 5 Febbraio 2015 alle ore 17.00”.

“La mia battaglia  - prosegue Consales - è quella di tanti italiani che hanno compreso quanto anacronistica ed obsoleta sia questa pratica e quanta sofferenza ci sia dietro ad un paio di ore di divertimento. Benessere animale e rispetto per la vita sono assenti laddove ci sono catene, obblighi, privazioni e punizioni per degli esseri che non hanno scelto quella vita, ma la stanno solo subendo”.

“Io sono  - si legge ancora nel comunicato del sindaco - per un circo senza animali, per un circo fatto da acrobati, mimi, pagliacci, trapezisti, contorsionisti, per un circo fatto di artisti umani che, decidendo liberamente di intraprendere la dura carriera di circensi, stupiscono la gente suscitando un sano sentimento di meraviglia ed ammirazione”.

“Questo tipo di circo ha trovato terreno fertile in molte realtà europee più consapevoli, dove il circo con animali è stato bandito. Voglio sperare che anche in Italia, purtroppo in questo caso fanalino di coda, cresca questa consapevolezza e chiedo ai miei concittadini di riflettere sulla questione ed appoggiare questa battaglia di civiltà. Io ribadisco - conclude Consales - la mia completa disponibilità ad accogliere a Brindisi ogni circo capace di offrire degli spettacoli senza animali, regalando ore di divertimento e meraviglia ai miei concittadini, nel massimo rispetto della vita in ogni sua forma”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il circo Togni: il sindaco riprende la crociata animalista al fianco di Aidaa

BrindisiReport è in caricamento