rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Torchiarolo

Arriva un nuovo ginepro coccolone per la marina di Lido Prepese

Alcuni membri dell'associazione Marinai D’Italia di San Pietro Vernotico nel pomeriggio di sabato 9 dicembre, sfidando il vento e il freddo, hanno piantato un nuovo ginepro coccolone

LIDO PRESEPE (Torchiarolo) – Si apre una nuova epoca, parlando di panorami, per la piccola marina di Lido Presepe, località balneare del Comune di Torchiarolo, da ottobre scorso orfana del suo albero storico, il ginepro coccolone che per quasi un secolo ha dominato sulla Falesia, impedendone il crollo con le sue radici, e regalando panorami mozzafiato agli appassionati della Natura e della fotografia. Albero simbolo della zona abbattuto dalle mareggiate di ottobre dopo essere stato deturpato per anni dall’uomo.

marinai d'italia e ginepro coccolone-2

Un gruppo di membri dell'associazione Marinai D’Italia di San Pietro Vernotico nel pomeriggio di sabato 9 dicembre, sfidando il vento e il freddo, hanno piantato un nuovo ginepro coccolone. Nello stesso punto in cui si ergeva il “vecchio” , vittima di veri e propri soprusi: è stato segato prima e derubato dei ponteggi che lo sorreggevano. 

Cittadini, amministrazioni e associazioni hanno cercato in tutti i modi di tenerlo in vita ma è sempre arrivato lo scellerato di turno che ha contribuito alla sua uccisione, danneggiandolo. Le ultime mareggiate hanno dato il colpo di grazia cambiando per sempre il panorama della località balneare. Da ieri, però, c’è un nuovo albero, una nuova speranza.

La storia del ginepro coccolone di Lido Prespe 

“In modo silenzioso, come solo dei veri sommergibilisti sanno fare e con lo spirito che lega i marinai al mare ed alla natura, oggi, 09.12.2017 alle ore 15.15, abbiamo voluto riposizionare nella nostra marina di Lido Presepe il suo simbolo, caduto non per mano della natura ma per mano di uno scellerato che nel lontano 2013 ha deciso di decretarne la fine. Cercato per mari e per monti il Ginepro Coccolone, grazie soprattutto a Giuseppe Catamo, titolare del vivaio di Torchiarolo, lo abbiamo trovato nella lontana terra di Treviso".

ginepro con i ponteggi-2

"Ora è lì, posizionato poco più avanti, sulla punta del vento, a picco sulla falesia, a farsi coccolare e modellare dal vento e a farsi ammirare da noi e dalle future generazioni che potranno legare ad esso i propri ricordi di vita perchè, il ginepro coccolone, per noi tutti non è solo un bellissimo albero ma è uno di noi”, scrive l’associazione sulla sua pagina Facebook. 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva un nuovo ginepro coccolone per la marina di Lido Prepese

BrindisiReport è in caricamento