Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

In porto fregata tedesca con quasi 300 migranti salvati in mare

Sono una parte dei tremila uomini, donne e bambini salvati martedì nelle acque davanti alla Libia i 294 migranti giunti stamani alle 09.07 nel porto interno di Brindisi a bordo della fregata Karlsruhe della marina tedesca

BRINDISI - Sono una parte dei tremila uomini, donne e bambini salvati martedì nelle acque davanti alla Libia i 294 migranti giunti stamani alle 09.07 nel porto interno di Brindisi a bordo della fregata Karlsruhe della marina tedesca. tra loro numerose famiglie al completo, cinque delle quali "in condizioni particolari" secondo il dispositivo messo in campo sulla banchina di Sant'Apollinare nel Seno di Levante, e coordinato dalla prefettura.

Nessuno di essi resterà a Brindisi. Dopo le procedure di prima accoglienza e le verifiche sanitarie, i migranti, tutti provenienti da Paesi africani della fascia sub-sahariana, saranno smistati verso altri centri della Puglia, della Campania, del Lazio e della Liguria con una flotta di pullman già pronta per i trasferimenti.

IL VIDEO DELLO SBARCO

La Squadra mobile ha condotto in questura quattro nigeriani individuati dall'equipaggio dell'unità della Deutsche Marine come presunti scafisti, per le identificazioni e le indagini conseguenti, per integrare quelle condotte a bordo della fregata come prevedono le procedure standard, subito dopo i salvataggi in mare.

Subito dopo è stata sbarcata una donna con una ferita ad una gamba, che è stata trasferita all'ospedale Perrino con una ambulanza del 118. Non si segnalano problemi sanitari particolari tra i migranti, che saranno trasferiti, per quanto riguarda la Puglia, in strutture di Lecce, Bari e Foggia.

In banchina, per le operazioni di sbarco, il prefetto Annunziato Vardè, personale della Polizia di Frontiera, e dell'Ufficio stranieri, della Polizia scientifica, della Squadra mobile e della Digos della questura di Brindisi con i vari dirigenti, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, la Protezione civile, la Asl con il centro sanitario mobile e le equipe del 118, la Croce Rossa, rappresentanti di Ong che seguono i problemi dell'assistenza, e dell'Autorità portuale e della Capitaneria di Porto.

Articolo aggiornato alle 10,39

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In porto fregata tedesca con quasi 300 migranti salvati in mare

BrindisiReport è in caricamento