menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti: arrivati nella zona industriale i primi mezzi della Falzarano

Nel pomeriggio incontro fra azienda e amministrazione comunale per la sottoscrizione del contratto, ma manca ancora l'accordo con i sindacati

BRINDISI – I primi mezzi della ditta “Ecologia Falzarano” (una decina di veicoli fra compattatori, motocarri Ape e idrospazzatrici) sono arrivati stamani nell’area parcheggio privata situata accanto allo stabilimento della Stp, nella zona industriale di Brindisi. Altri con ogni probabilità ne arriveranno nelle prossime ore, in attesa della sottoscrizione del contratto fra l’azienda di Benevento, aggiudicatasi il bando di gara biennale del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani pubblicato lo scorso gennaio, e l’amministrazione comunale.

Mezzi Ecologia Falzarano 3-2

L’amministratore delegato della società, Vittorio Lana, si è i contrato nel pomeriggio odierno (30 marzo) con dirigente e funzionari dell’ufficio Ecologia e Ambiente del Comune di Brindisi. Le parti si erano lasciate un paio di giorni fa con delle questioni da risolvere, fra cui una sorta di integrazione della polizza fideiussoria chiesta dal Comune (per coprire anche i danni provocati da incendi dolosi ai danni dei cassonetti) e l’utilizzo dei cassonetti portati nel 2014 dall’attuale gestore del servizio, Ecologica Pugliese, che pare abbia manifestato l’intenzione di non lasciare al nuovo gestore cassonetti e pattumelle, a meno che non venga corrisposta una somma di denaro.  

Motocarro Ape Ecologia Falzarano-2

Entrambi gli ostacoli sono stati superati. La documentazione presentata dalla Falzarano è completa, ad eccezione di un ulteriore richiesta formulata dal Comune, riguardante i contratti e i libretti dei mezzi presi a noleggio. 

E poi c’è un altro nodo da sciogliere: l’accordo con i sindacati. I primi tre incontri per il passaggio di personale, infatti, si sono conclusi con un nulla di fatto. Senza questo tassello, è difficile che il cambio di gestione possa concretizzarsi. L'impressione, ad ogni modo, è che anche questa problematica sia in via di risoluzione. 

Dal Comune, del resto,  traspare un cauto ottimismo sulla chiusura del passaggio di gestione. Se arriverà l'agognata intesa con i sindacati, non è escluso che entro la metà della prossima settimana si possa procedere con la stipula del contrattto e con le verifiche del caso all'interno del cantiere. Ma il condizionale è d'obbligo. 

Pezzo aggiornato alle ore 19

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento