menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“E’ arrivato l’arrotino”, ma non è in regola: denunciato

Un 36enne è stato denunciato per esercizio abusivo del mestiere girovago. Emesso anche foglio di via

BRINDISI – Un 36enne di Reggio Calabria residente in provincia di Siracusa è stato denunciato per esercizio abusivo del mestiere girovago di “arrotino”, senza l’osservanza delle prescrizioni stabilite dalla legge, impiegando nella circostanza il figlio minore quattordicenne.

L’uomo è incappato in un servizio di controllo del territorio operato dai carabinieri della stazione di Brindisi Centro. E’ stato fermato a bordo di un’Alfa 147 mentre con il megafono pubblicizzava la sua attività ambulante di arrotino (professione artigiana che consiste nella molatura o affilatura delle lame).

Gli è stata richiesta l’esibizione della documentazione prevista per l’esercizio in forma ambulante di tale attività: ma ne era sprovvisto. Da approfonditi accertamenti è emerso che è gravato da numerose vicende di natura penale, per reati contro la persona e il patrimonio. Per le violazioni commesse è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria, nonché per l’emissione del Foglio di via Obbligatorio dal comune di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento